Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by martino nazario specchiulli
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by elisabetta ottolenghi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Umberto Sartori
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by catelli francesco
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by ruggero
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by ROBERTO

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1386 Commenti
1944046 Letture totali

Vita Civile ..:Torna indietro:..
Chiude il Consolato svizzero - Gli svizzeri residenti a Venezia perdono il loro consolato
di Sebastiano Giorgi - inviato il 10/03/2001 (letto 1744 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
Dopo 152 anni lo storico Consolato della Svizzera si trasforma in istituzione culturale. Da qualche
mese infatti anche i cittadini svizzeri residenti nel Veneto (tra cui i 156 che vivono a Venezia),
dipenderanno per qualsiasi pratica burocratica, come quelli di tutto il nord Italia, dal Consolato
generale di Milano. La Confederazione Svizzera - ha spiegato il console generale Marco Cameroni -
pur nell'ottica di una globale riduzione di spese nelle legazioni, non ha però voluto far mancare
la propria storica presenza a Venezia.
La bandiera svizzera quindi non verrà ammainata dal balcone della prestigiosa sede di dorsoduro
che, pur perdendo alcune funzioni amministrative, si appresta invece a divenire come ha dichiarato
il noto scrittore veneziano Riccardo Calimani, nuovo console onorario della confederazione
elvetica, un vivace focolare della cultura svizzera. E' nostra intenzione - ha aggiunto
l'ambasciatore Alexis Lautenberg - aprire questa sede oltre che alle attività del console onorario,
agli stage dei giovani borsisti elvetici dell'Istituto Svizzero di Roma ed a tutta una serie di
iniziative di produzione artistico-culturale che rafforzino l'antico legame tra i nostri
paesi. Sono parole tranquillizzanti - ha commentato l'assessore alla cultura Marino Cortese
preoccupato che la Svizzera potesse abbandonare definitivamente Venezia - in quanto tale evoluzione
del consolato svizzero ci consentirà di mantenere e rilanciare le relazioni culturali con la
Confederazione.
In questo senso l'allargamento dell'offerta culturale dei paesi stranieri a Venezia passa anche
attraverso il rilancio di sedi come quella del consolato svizzero che consentono il superamento
dello spazio fisico dei padiglioni dei Giardini della Biennale. Evidentemente dispiaciuto di
lasciare la laguna l'ultimo console svizzero di carriera a Venezia. Ringrazio questa meravigliosa
città in cui ho passato tre indimenticabili anni di lavoro, ha detto il console uscente Werner
Nievergelt. Intanto dopo la recente istituzione del consolato svizzero onorario di Trieste e
l'imminente trasformazione in onorario di quello veneziano, la Confederazione Svizzera sembra ora
intenzionata ad aprire un'altra sede onoraria a Padova.
Sebastiano Giorgi

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2018