Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1392 Commenti
1891761 Letture totali

Vita Civile ..:Torna indietro:..
CALLE LARGA XXII MARZO
di Luciano Callegaro - inviato il 24/06/2007 (letto 2566 volte - 10 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
CALLE LARGA XXII MARZO
E-MAIL INVIATA AL SINDACO DI VENEZIA

Illustre signor SINDACO,
spesso per andare a San Marco, a piedi, passo inevitabilmente per la Calle Larga XXII marzo, per il Campo S. Moisè e per la Salizzada S. Moisè e come d'incanto giungo in quel meraviglioso SALOTTO DEL MONDO che è Piazza San Marco. Porto sempre con me la mia macchina fotografica poichè non voglio perdere quelle infinite occasioni che mi permettono di ritrarre quegli angoli suggestivi e meravigliosi che rii, calli, campielli, fondamenta, ecc. mi riservano ogni volta che torno nella mia città d'origine. Ogni volta che transito per quei cento-centocinquanta metri, testè citati, mi prende una fitta al cuore. MA DOVE SIAMO? I venditori ambulanti occupano tre quarti dell'area pedonale e costringono i passanti, turisti e non, a rallentare l'andatura e a delle manovre forzate a dir poco da slalom gigante.
A causa dei miei problemi alle ginocchia devo muovermi con circospezione e non posso permettermi movimenti strani o bruschi per non cadere. Mi sono trovato giovedì 7 giugno alle ore 18.30 all'altezza della sede della Camera di Commercio e gli ambulanti, vedendomi con la macchina fotografica, mi hanno scambiato per un turista. Sono stato bloccato da un paio di energumeni che mi proponevano la loro merce, al mio rifiuto hanno insistito ancora un po' e poi mi hanno lasciato andare per bloccare una malcapitata turista che mi seguiva a ruota. Mi sono scontrato subito dopo con una "lady" inglese che stava contrattando una borsetta e per poco non finivo a terra, grazie ad un gondoliere di mezza età appena uscito dal bar che mi ha trattenuto evitando che perdessi l'equilibrio. (Intanto vorrei ringraziare quel gondoliere). Più avanti a San Moisè e lungo la Salizzada altre situazioni analoghe.
Per fortuna (?) all'altezza di Calle Vallaresso incontro un vigile urbano in divisa che passeggiava tranquillamente.
- Mi scusi è in servizo? (gli chiedo).
- Buonasera! (risponde)
- Lei è un vigile in servizio? (insisto)
- Buonasera! (continua il tutore dell'ordine)
Allora ho capito che avrei dovuto salutare prima di rivolgergli la parola.
- Buonasera. (faccio io)
- Buonasera. (risponde l'uomo alto circa 1.80 dall'accento veneziano)
- Cosa fanno tutti quei "marocchini" che intralciano il passaggio con le loro mercanzie?
- Intanto non sono marocchini, ma senegalesi ed è una bella differenza.
- Va bene, senegalesi, ma vede, ho problemi di deambulazione, per cui se vengo bloccato improvvisamente rischio di cadere a terra.
- E lei deve stare attento a non cadere. (mi risponde il vigile)
- Allora vediamo cosa ne pensa "Massimo". (dico io).
- BRAVO! GLIELO DICA PURE A MASSIMO! e riprese senza salutare il suo passeggiare tranquillo tra i turisti.
Allora illustrissimo signor Sindaco, anche se un po' in ritardo, la metto al corrente del mio colloquio con il vigile urbano, anche se dal tono polemico della voce ho capito che cosa voleva dire il vigile con "BRAVO! GLIELO DICA PURE A MASSIMO!", non traggo conclusioni e non faccio polemica. La prego soltanto di fare in modo che quella ciurma di "senegalesi" che intralciano il passaggio nella zona più bella e più prestigiosa di Venezia, vadano altrove, comunque sappia che se a causa della maleducazione dei venditori ambulanti cado a terra e mi faccio male citerò senz'altro in tribunale per danni l'Amministrazione Comunale.
La ringrazio per l'attenzione e in attesa di leggerla le porgo molti cordiali saluti.

Luciano Callegaro

visita il nostro sito www.mestreallagata.altervista.org

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: Anonimo



Inviato il 25-06-2007 13:32
Inviato da: Umberto Sartory

Mi scuso, devo aver inviato il precedente commento con il campo autore vuoto.

Inviato il 26-06-2007 14:01
Inviato da: Luciano (comitato17settembre@yahoo.it)



Inviato il 26-06-2007 17:24
Sito web: www.mestreallagata.altervista.org
Inviato da: Umberto Sartori



Inviato il 26-06-2007 18:47
Inviato da: Tello (tello.venezia@libero.it)



Inviato il 26-06-2007 21:54
Inviato da: alberto

Ha ragione Umberto, come sempre. Dobbiamo aver chiaro con chi abbiamo a che fare e vedere questi personaggi per quello che realmente sono, spogliati della patina ufficiale che il loro strapagato status garatisce.

Inviato il 27-06-2007 09:54
Inviato da: Umberto Sartory



Inviato il 27-06-2007 11:19
Inviato da: Un veneziano stufo



Inviato il 27-06-2007 12:52
Inviato da: alberto



Inviato il 27-06-2007 16:42
Inviato da: Umberto Sartory



Inviato il 29-06-2007 06:36
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2018