Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1392 Commenti
1883284 Letture totali

Cose e Chiose ..:Torna indietro:..
LA METAMORFOSI DEL TURISMO
di ENZO PEDROCCO - inviato il 17/07/2007 (letto 1977 volte - 1 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
LA METAMORFOSI DEL TURISMO
E'ormai più che evidente, guardandoci un po' intorno, che il turismo veneziano, oltre a essere considerevolmente aumentato sotto il profilo numerico, sia anche notevolmente cambiato, rispetto soltanto a qualche anno addietro, relativamente ai Paesi di provenienza dei turisti.

In seguito alle trasformazioni avvenute in questi ultimi anni su scala mondiale, sia sul piano economico sia su quello socio-culturale e politico, molteplici fattori hanno infatti favorito, e continuano a favorire, l'arrivo in Italia di turisti che – per questioni economiche, burocratiche o politiche – prima d'ora si limitavano a viaggiare per lo più all'interno dei propri Paesi.

E' il caso, fra gli altri, dei turisti provenienti dai Paesi arabi, che nonostante siano numericamente inferiori rispetto ai turisti provenienti da Paesi quali la Russia, la Cina o altri, in virtù dell'immancabile velo e dell’abbigliamento rigorosamente pudibondo delle loro donne sono quelli tuttavia che si notano di più e che stranamente – considerata la relativa vicinanza, non di rado, del loro Paese con il nostro – ci appaiono anche i più “esotici”. A conferma, qualora ve ne fosse bisogno, che le distanze culturali prescindono da quelle latitudinali.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: lorenza

mah!.a me sembra che ormai non si puo piu parlare di turismo ma di due distinte categorie di gente:una che arriva e cerca il casino' o la festa di elton john e gli altri un angolo per mangiare per terra e per pisciare-

Inviato il 07-08-2007 09:11
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017