Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by michelle gersten
LA BAIA DEL RE, by Simone
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1394 Commenti
1903505 Letture totali

Vita Civile ..:Torna indietro:..
SICUREZZA
di ENZO PEDROCCO - inviato il 31/07/2007 (letto 2936 volte - 3 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
SICUREZZA
I MOTOSCAFI A DISPOSIZIONE DELLE FORZE DELL’ORDINE DI VENEZIA PER PATTUGLIARE LA LAGUNA, OLTRE CHE OBSOLETI E IN NUMERO INSUFFICIENTE, SONO SPESSO IN AVARIA

La flottiglia di motoscafi attualmente a disposizione della Polizia di Stato di Venezia per pattugliare la laguna e i canali urbani al fine di assolvere ai propri compiti, fra cui quello, soprattutto, di proteggere l'incolumità personale dei veneziani e della loro integrità patrimoniale. Poiché, com'è facile arguire dalle foto, si tratta di motoscafi risalenti per lo più agli anni 80 e necessitanti in gran parte di riparazioni e manutenzioni, la domanda – per dirla alla maniera di un noto conduttore televisivo – sorge spontanea: come riusciranno le forze dell’ordine, sia pure con i cinquanta nuovi poliziotti annunciati in arrivo, ma con i ridotti e sgangherati mezzi che si ritrovano a disposizione, a garantire efficacemente quel sovrappiù di sicurezza rispetto all'attuale, a dir poco inadeguata e carente, che i veneziani vanno legittimamente invocando da tempo?

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: Mau San

Questo, è il guaio di uno stato centralista, che poi, potrebbe anche funzionare uno stato centralista, ma, come prima cosa, dovrebbe conoscere l' Italia nella sua intierezza e specificità. Invece, il più delle volte, anzi senza il più, lo stato o chi ci governa, pensa alla sua territorialità di appartenenza o alla sua clientela che è più facile.
Certo però che è da dire, prendendo un tuo quesito, la domanda sorge spontanea, ma tutte quelle categorie che lucrano sulle spalle di Venezia e invocano la sorveglianza e la legalità, perchè non tirano fuori un po' di € e fanno dono di alcuni mezzi alle forze dell' ordine ?

Inviato il 03-08-2007 08:09
Inviato da: Francesco

Ma allora il nuovo patto per la sicurazza firmato non più tardi di 15 giorni fà per le città metropolitane come appunto Venezia, altro non è che demagogia. La colpa della mancanza di sicurezza nelle varie città non è delle forze dell'ordine, il quale lavoro già lo fanno bene e con dedizione, ma di chi governa tale istituzione.Insomma, non è la prima volta che si sente che una pattuglia si è fermata per mancanza di carburante!

Inviato il 03-08-2007 14:43
Inviato da: Umberto Sartory

Il disegno conclamato della delinquenza di partito è produrre uno stato di criminalità diffusa. Mettendo in condizioni di inefficieza le Forze dell'Ordine da un lato e dall'altro rendendo il rispetto della legge sempre più difficile al Cittadino.
Cittadini onesti non accetterebbero di essere governati da delinquenti come oggi avviene.

Inviato il 07-08-2007 12:20
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017