Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1392 Commenti
1923638 Letture totali

Vita Civile ..:Torna indietro:..
L'INCERTO FUTURO DI VENEZIA
di ENZO PEDROCCO - inviato il 04/08/2007 (letto 4043 volte - 12 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
L'INCERTO FUTURO DI VENEZIA
Un’anziana ospite dell’Opera Pia Zuanne Contarini, a Cannaregio, accompagnata dalla propria badante per i suoi quattro passi quotidiani. L’elevata percentuale di anziani fra la residua popolazione veneziana – ridottasi gradualmente, in questi ultimi anni, a poco più di 60.000 residenti – ha, fra le altre conseguenze, un considerevole divario tra morti e nascite, con una netta prevalenza delle prime sulle seconde.


L’INCERTO FUTURO DI VENEZIA


PRIVA DI RICAMBIO GENERAZIONALE E SENZA UN PIANO PER PORVI RIMEDIO, VENEZIA RISCHIA DI AVVIARSI INESORABILMENTE VERSO LO SPOPOLAMENTO E LA PERDITA DI QUELLE CARATTERISTICHE SOCIO-ECONOMICHE CHE L’HANNO FIN QUI CONNOTATA

In base a dati resi noti recentemente dal Servizio Statistica e Ricerca di Ca’ Farsetti, Venezia, in questi ultimi mesi, ha registrato un ulteriore e considerevole calo della sua popolazione, che ha colpito soprattutto il Centro Storico e, in misura minore, l’Estuario. Da fine dicembre 2006 a fine giugno 2007, il centro storico ha perso infatti ben altri 445 abitanti, passando dai 61.611 di sei mesi fa ai 61.166 di fine giugno, con un saldo passivo, tra nati e morti, di oltre 200 unità. Mentre nelle isole, negli stessi mesi, si sono persi meno di cento abitanti (da 30.702 a 30.625) nonostante un saldo negativo tra nati e morti di circa 110 unità.

Contrariamente a ciò che verrebbe istintivo pensare, tale declino demografico non va imputato tanto al cosiddetto “esodo”, rimasto pressoché costante nel corso degli anni e compensato da un crescente flusso di immigrati stranieri, quanto piuttosto al divario tra morti e nascite, con una netta prevalenza delle prime sulle seconde, dovuto in larga misura al marcato invecchiamento della popolazione veneziana, di cui ognuno può facilmente rendersi conto, del resto, guardandosi intorno un po’ dovunque, ma soprattutto nelle zone più periferiche e meno affollate della città, predilette proprio per questo dagli anziani, sia soli che accompagnati, per la loro boccata d’aria giornaliera o per i loro quattro passi quotidiani.

Con la sua popolazione ridotta ai minimi storici e priva del necessario ricambio generazionale, Venezia rischia perciò, a scadenza più o meno breve, di avviarsi inesorabilmente verso lo spopolamento e alla conseguente perdita di quelle caratteristiche socio-economiche che l’hanno fin qui connotata, per divenire ciò che un po’ tutti, a parole, paventavano che divenisse, ma che non hanno fatto nulla, di fatto, per impedirlo.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: Mau San



Inviato il 07-08-2007 08:05
Inviato da: lorenza

..e pensare che ne conosco di giovani che farebbero carte false per venire a vivere a venezia dalla terraferma e provincia! le case sono sempre state inavvicinabili o assegnate ad amanti e amici di assesssori-adesso le costruiscono a prezzi calmierati in periferia di mestre dove i compari sperano di coltivarsi l'elettorato-

Inviato il 07-08-2007 09:04
Inviato da: tello.venezia@libero.it



Inviato il 22-08-2007 12:52
Inviato da: Pietro (pietro@libero.it)



Inviato il 10-11-2007 15:36
Inviato da: lorenza

pietro sono perfettamente d'accordo con te-ma pero' io chiedo:ma chi sono gli imprenditori a venezia? se esistesse una classe imprenditoriale che crea lavoro e investimenti,esisterebbe anche un tessuto sociale forte in grado di cambiare la citta'- a venezia esiste solo l'imboscamento negli enti pubblici e l'adescamento del turista a livelli sempre piu infimi- tutto garantito dai portieri d'albergo e dagli amici degli amici in regione e in comune-

Inviato il 10-11-2007 16:27
Inviato da: Tello (tello.venezia@libero.it)



Inviato il 10-11-2007 18:26
Inviato da: Mario Novati (marnovati@rogers.com)

Io sono un veneziano emigrato molti anni fa, ma ritorno a Venezia quasi tutti gli anni e la trovo sempre piu bella e, quest'anno, l'ho trovata anche piu pulita del solito. Bisogna salvare Venezia ! Credo che, prima di tutto, aumentare la popolazione (ma non di stranieri, cinesi, ecc.). Per far questo, chiamateci di ritorno e la magioranza di noi emigrati da molti anni fa, ritorneressimo. Si potrebbero creare nuovi commerci e nuove attrazzioni per i veneziani. Abbiamo bisogno dell'aiuto del governo veneziano e faressimoi il nostro possibile per salvare questa meravigliosa citta.I nostri figli, nati all'estero, potrebbero essere interessati a venire ed abitare a Venezia. Questa sarebbe una "piccola" ma importante soluzione.

Inviato il 25-11-2007 03:40
Sito web: Canada, Ottawa
Inviato da: Tello



Inviato il 06-03-2008 12:27
Inviato da: Venexiano (a@a.it)



Inviato il 12-05-2008 17:28
Inviato da: Umberto Sartori



Inviato il 12-05-2008 18:47
Inviato da: alessandro calzati



Inviato il 13-05-2008 16:43
Inviato da: Tello (tello.venezialibero.it)



Inviato il 15-05-2008 11:50
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2018