Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by martino nazario specchiulli
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by elisabetta ottolenghi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Umberto Sartori
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by catelli francesco
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by ruggero
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by ROBERTO

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1386 Commenti
1956533 Letture totali

Cose e Chiose ..:Torna indietro:..
LA SETE DEGLI ANIMALI
di ENZO PEDROCCO - inviato il 04/09/2008 (letto 2259 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
LA SETE DEGLI ANIMALI
LA SETE DI CANI E PICCIONI. Le numerosissime vere da pozzo esistenti in città, pregevoli o modeste che siano, hanno quasi sempre incavate sulla loro base delle vaschette destinate a contenere l'acqua necessaria, secondo l' intento di coloro che le vollero e costruirono in passato, a placare la sete di cani e piccioni. Fatta eccezione però per i giorni di pioggia abbondante, in cui esse si riempiono da sole di acqua piovana, per il resto non ho mai visto nessuno che provvedesse periodicamente a riempirle come doveva avvenire in passato, con ogni probabilità, a opera di qualche anima pia o semplicemente di quanti vi abitavano accanto.

Non sono un animalista, e so inoltre quanto siano invisi oggigiorno (ahiloro!) cani e piccioni a Venezia, ma trovo tuttavia oltremodo vergognosa e crudele una siffatta indifferenza nei loro confronti, in specie da parte di una cittadinanza che non esita a vantarsi a ogni piè sospinto di talune cose positive del proprio passato, rimpiangendole e invocandone la salvaguardia, salvo poi a essere la principale causa, con il proprio disinteresse, della loro definitiva scomparsa.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2018