Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by martino nazario specchiulli
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by elisabetta ottolenghi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Umberto Sartori
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by catelli francesco
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by ruggero
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by ROBERTO

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1386 Commenti
1927036 Letture totali

Vita Civile ..:Torna indietro:..
Carissimi AMICI
di Luciano Callegaro - inviato il 22/10/2008 (letto 2333 volte - 2 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
Carissimi AMICI
Carissimi AMICI,
manco da Venezia da quasi un anno e sento la mancanza delle mie passeggiate solitarie alle nove di sera quando tutto è chiuso, le luci delle vetrine sono spente, e le luci fiocche dei lampioni illuminano a malapena i selciati sdrucciolevoli. Cala a quell'ora una debole nebbiolina tra le calli e l'umido che mi penetra nelle ossa mi fa rabbrividire come la morte mi volesse abbracciare e nel silenzio ovattato il suono di una sirena echeggia sordo, ma tutto questo mi fa sentir bene. Mi riapproprio dell'odore della storia millenaria, mi riapproprio dei fantasmi del passato e del silenzio che mi fanno compagnia lungo tutto il mio peregrinare senza meta. Guardo in su e pochi scuri aperti fanno trasparire deboli luci giallastre. Invidio chi ancora può far riposare le proprie ossa tra queste antiche mura.
Leggo e continuo a leggere le disavventure di questa città. Ogni giorno che passa una pietra viene sepolta e scompare tra i mille rivoli dei ricordi. Mi si dice che il Ponte della Costituzione (ex Calatrava) balla, traballa e ondeggia, insomma non è stabile come quelli di pietra, e che i gradini sono dei trabocchetti per i viandanti, e che il parapetto di ottone con il sole scotta, e che le trasparenze ... E' VERO CIO'? M'ero accorto anch'io che i gradini sulla riva, non quelli del ponte, avevano un'alzata inferiore a 10 cm per cui più adatta a dei bambini che a degli adulti. Un buon progettista non farebbe mai delle alzate così basse, anche se la regoletta 2a+1p (due alzate + una pedata) dovrebbe fare 63/65 cm, ma dovrebbe tener conto del passo di un adulto. Ho fatto presente al signor Sindaco (prof. Massimo Cacciari), a proposito vi allego una simpatica fotografia inviatami da un amico, che i gradini tra Piazzale Roma e la fondamenta non mi sembravano tanto comodi, infatti ho osservato che la gente li affronta in diagonale. Mi ha fatto rispondere, immediatamente, da un suo tecnico o da un Direttore, il quale mi ha fatto osservare che i gradini sono corretti secondo la formuletta (2a+1p) che si trasforma in 9+9+45=cm 63 (+ o -) OK! ho torto io, comunque ci cammino male.
Grazie per la vostra continua e costante presenza.

LUCIANO

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: Luciano (comitato17settembre@yahoo.it)



Inviato il 14-01-2009 20:10
Inviato da: Tello (tello.venezia@libero.it)



Inviato il 16-01-2009 09:52
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2018