Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by michelle gersten
LA BAIA DEL RE, by Simone
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1394 Commenti
1903521 Letture totali

Vita Civile ..:Torna indietro:..
Vendesi affittasi
di elb@so - inviato il 20/11/2008 (letto 2343 volte - 4 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
Vendesi affittasi
Ebbene si, la crisi è arrivata anche qui a Venezia,
che si credeva un isola felice dove tutti potessero
aprire un negozio e fare milioni di €.
Tutto parte dalla scellerata legge sulla liberalizzazione
delle licenze commerciali :
Non piu esami, non piu un minimo di anni
da dipendente per aprire un negozio , non piu
distanze tra attività uguali.
Cosi spariscono i negozi di generi di prima necessità;
gli artisti e gli artigiani li avevano già fatti sparire aumentando e introducendo prassi burocratiche assurde.
Gli uni e gli altri sostituiti da vetri e maschere che hanno cominciato a farsi concorrenza ribassando i prezzi al punto di passare a vendere vetro cinese spacciandolo per autentico vetro di Murano.
Alla fine molti di questi negozianti, spesso improvvisati, non riescono piu a pagare l'affitto di migliaia di € mensili e chiudono. Secondo alcuni circa il 30% dei negozi chiuderà a fine anno.
Secondo la mia opinione sul numero chiuso di negozi e alberghi, bisogna ritornare all'esame e reintrodurre un minimo di anni di esperienza da dipendente.
Dare ai giovani la possibilità di fare un vero apprendistato, in maniera che ci sia poi la possibilità di aprire laboratori che forniscano i negozi di merce locale: potrebbero rinascere l'arte e l'artigianato veneziano, tanto famosi nel mondo fino a pochi decenni fa ...
Sarebbe cosi una bella botta alla scellerata scelta del turismo di massa per un turismo piu acculturato e d'elite ...

elb@so

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: Fra.Cas.

Elb@so:"Dare ai giovani la possibilità di fare un vero apprendistato, in maniera che ci sia poi la possibilità di aprire laboratori che forniscano i negozi di merce locale: potrebbero rinascere l'arte e l'artigianato veneziano, tanto famosi nel mondo fino a pochi decenni fa"

"Artigianato" vuole dire persone che ragionano e sanno fare un mestiere, e di conseguenza, poco inclini ad ascoltare e sottostare al sistema di questi governanti, poichè non hanno bisogno di "avere" un posto di lavoro, dato che già sono professionalmente preparati sul loro. Ovvero, ragionano con la loro testa, e non hanno bisogno di dover "accettare" tutto quello che fanno i governanti per "mantenere" il loro posto poichè "tengono famiglia".Penso che la volontà politica a VENEZIA, visto quello che hanno fatto agli artigiani dalla fine del dopoguerra, cacciati prima dal centro e poi anche dal Comune,(quindi ad oggi che si contano sulle dita), sarà quella di continuare a cacciarli, anche se oramai sono rimasti in pochi.

Inviato il 22-11-2008 09:39
Inviato da: elbaso

E' esattissimo!!!! e appunto perchè gli artigiani ragionano con la loro testa che sono pericolosi per questi "governanti"
e dal dopoguerra hanno , e stanno , facendo di tutto per
eliminarli ....

Inviato il 22-11-2008 09:49
Inviato da: Fra.Cas.

Appunto, elb@aso. Allora convieni con me che questa classe politica nemmeno si merita queste figure professionali, ma solo persone che chiedono di essere stabilizzate all'interno del comune dove già lavorano, con qualifiche da B/C a D , poichè "tengono famiglia". Prima che gli artigiani tornino, dovrà cambiare Venezia. E visto le persone che scioperano e vogliono un posto di lavoro sotto lo stato, la maggior parte delle volte poichè non sanno fare nulla di concreto soggettivamente, in modo improprio, e poichè gli manca la base proprio di un lavoro, credo che sarà difficile vedere di nuovo per le calli veneziane certi banchi, certi uomini dediti a comporre qualcosa di manuale, distolti dalla realtà impegnati sul loro luogo di lavoro, e noi a bocca aperta.

Inviato il 22-11-2008 10:08
Inviato da: elbaso

Sono d'accordo, ma dovremo fare di tutto per salvare
l'artigianato e le arti

Inviato il 22-11-2008 13:59
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017