Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by michelle gersten
LA BAIA DEL RE, by Simone
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1394 Commenti
1903509 Letture totali

Vita Civile ..:Torna indietro:..
ESOSITA' OCCULTA
di ENZO PEDROCCO - inviato il 04/01/2009 (letto 2604 volte - 2 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
ESOSITA' OCCULTA
Le stesse cose che, offerte oggigiorno a un euro ciascuna, taluni trovano interessanti e convenienti, offerte qualche tempo addietro a duemila lire ciascuna sarebbero risultate agli stessi, con ogni probabilità, decisamente care.

ESOSITA’ OCCULTA

C'è un'esosità latente nei prezzi indicati ormai solo in euro che non sempre cogliamo a causa del fatto che abbiamo stoltamente abbandonato troppo presto la sana abitudine di fare i nostri debiti calcoli prima di accingersi a un acquisto, inoculataci saggiamente dai nostri padri e dalle nostre madri, e tendiamo per lo più a considerare i prezzi, erroneamente, come se fossero indicati ancora nelle vecchie lire.


Fra i numerosi esempi che potrei fare in proposito, ne basti uno che, senza tema di esagerare, reputo alquanto eloquente. Allorché oggigiorno in un ristorante non necessariamente tra i più rinomati, dopo aver consumato un normalissimo pasto,tutt’altro che luculliano, ci vediamo presentare un conto di 50-70 euro siamo soliti pagare senza battere ciglio e senza obiettare alcunchè. Dimenticandoci tuttavia che soltanto qualche tempo addietro se, dopo aver consumato lo stesso pasto, ci avessero presentato un conto di 100-140mila lire - l'equivalente cioè degli odierni 50-70 euro – non avremmo sicuramente esitato a chiederci, senza ombra di dubbio alcuno, se non era il caso, alle volte , di far intervenire la polizia.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: elb@so

Il cambio lira - euro è avvenuto senza che ci sia stato
un minimo di controllo , si doveva mantenere per qualche
anno il doppio prezzo e magari avere una quotazione piu favorevole.
Tutti , o quasi , hanno raddoppiato i prezzi , la gente ha comprato
stordita dalla confusione e alla fine siamo arrivati alla crisi .
Bastava poco ....

Inviato il 14-01-2009 09:50
Inviato da: Luca

Ho ricontrollato la data dell'articolo. Certo che accorgersi nel 2009 che non c'è stato controllo o che i prezzi sono più che raddoppiati (o ribadirlo adesso) è la scoperta dell'acqua calda!

Nel 2009 per accorgersi che i prezzi sono esagerati non serve tradurli in lire, non ha più senso. Le lire non esistono più.
Dire poi che 50-70 euro è una cifra che "siamo soliti pagare senza battere ciglio" è una falsità. Si può considerare a buon prezzo un menù a 30 euro, che comunque è sempre una cifra ragguardevole. E non è così difficile trovarne.
Ovvio che poi se si va in ristoranti più rinomati non si può sperare di trovare a meno delle cifre descritte da Enzo Pedrocco.
Meglio mangiare a casa!

Inviato il 09-02-2009 08:53
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017