Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1392 Commenti
1883324 Letture totali

Cose e Chiose ..:Torna indietro:..
IL RAPPORTO GENITORI-FIGLI
di ENZO PEDROCCO - inviato il 04/03/2009 (letto 2002 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
IL RAPPORTO GENITORI-FIGLI
L'ETERNA QUESTIONE
DEL RAPPORTO GENITORI-FIGLI


Diceva Freud che compito dei genitori, nel loro rapporto con i figli, è quello di risultare, con il tempo, superflui. E accettare che i figli, una volta conseguita la pienezza dello sviluppo e della maturità, possano compiere da sé, nella più totale autonomia e senza ingerenza alcuna, le loro scelte. Nonostante la fama e l’autorevolezza del fondatore della psicoanalisi, è da supporre tuttavia che, salvo rarissime e improbabili eccezioni , nessun genitore al mondo abbia mai messo e metta in pratica tale suo insegnamento, per quanto fondato e condivisibile, sotto il profilo razionale, esso possa apparire ai suoi occhi.

Dacchè mondo è mondo, infatti, assai raramente i genitori hanno rinunciato a plasmare e controllare pervicacemente i figli, che per essi rimangono in genere sempre tali, e cioè bisognosi della loro guida e dei loro consigli, vita natural durante.

E tutto ciò sulla base della convinzione, ricorrente in ogni generazione di padri, dell’eternità e dell’assolutezza dei valori in cui sono cresciuti. Senza venire benchè minimamente sfiorati dal dubbio che, non fosse che per l’enorme divario che invariabilmente si determina tra vecchie e nuove generazioni, i figli potrebbero anche essere dell’avviso di infischiarsene altamente dei valori dei padri – con tutto l’amore a essi dovuto - e di non sapersene fare assolutamente alcunché, privilegiando altri valori sorti spesso proprio in opposizione a essi.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017