Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1392 Commenti
1883234 Letture totali

Vita Civile ..:Torna indietro:..
Ritorno a Venezia - tristezza
di Mau San - inviato il 06/06/2004 (letto 1547 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
Dopo un lungo periodo di assenza forzata,sono riuscito a ritornare nella mia città.Dire mia è una cosa troppo grande,non la ricordavo così.Mi sono fatto ingannare visivamente percorrendo il ponte translagunare,non posso più chiamarlo ponte della libertà,forse il nome più idoneo sarebbe ponte dell'illusione.Sceso a Piazzale Roma,percepivo già un qualcosa di insolito,un qualcosa che non avevo mai percepito a Venezia,cos'era? malinconia,tristezza,questo percepivo nella mia città.Non era una cosa voluta da me,erano sensazioni che la città stessa emanava,le faceva scorrere nel sangue,le faceva entrare nella mente e nel cuore.Venezia stà per esalare gli ultimi respiri.Perchè?Venezia non è una città,Venezia è un'entità che respira come noi,vive come noi e purtroppo stà morendo come noi.Possibile non ci sia qualcuno a livello amministrativo che riesca a percepire tutte queste sensazioni?Ma purtroppo non è solo colpa loro,la colpa da quanto visto risiede anche a livello religioso.Mai visto la chiesa di S.Simeon ridotta in quelle condizioni,persino Napoleone la risparmiò,dicendo:''Ho visto campanili senza chiesa,ma non ho mai visto chiesa senza campanile''.Trincerata da reti metalliche e il sagrato sembrava più un giardino da quanto alta era l'erba,mancavano solamente le bestie al pascolo.Il Canalasso,l'ho percorso per un tratto,mi stava infastidendo,non era più quella via d'acqua che ricordavo,è diventato una tangenziale,perfino la municipalizzata Vesta ha voluto colpire la città con una imbarcazione che occupava da sola un buon 35% dell'ampiezza del canale,mettere il limite di velocità in Canalasso,solo una persona ignorante in materia acquea può averlo pensato,non è possibile navigare oltre i limiti imposti con tutte quelle imbarcazioni,ma si sà,gli amministratori vengono eletti per la loro incapacità.E' più facile distruggere una civiltà come Venezia che preservarla e questo,loro lo hanno capito molto bene e lo stanno dimostrando,mi chiedo a volte con che coraggio un turista,italiano o straniero venga a visitarla o anche a viverci,ci vuole del fegato per farlo da come è conservata e tutelata Venezia.Quando è che il Veneziano si sveglierà dal torpore mentale e dirà BASTA A TUTTO QUESTO|Ma in nome di Dio o di quello che volete voi,fate qualcosa,lasciate non hai posteri,ma ai vostri figli una città degna di tale nome.S.Marco ve ne sarà grato.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017