Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1392 Commenti
1883048 Letture totali

Vita Civile ..:Torna indietro:..
GIOCHI IN CAMPO/2 - VIETARLI O PERMETTERLI?
di ENZO PEDROCCO - inviato il 13/06/2004 (letto 1663 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
GIOCHI IN CAMPO/2 - VIETARLI O PERMETTERLI?
A esserne contrari,com’è noto,sono soprattutto gli anziani.I quali,a mio modesto modo di vedere, credo ne abbiano ben donde:con i problemi di deambulazione tipici della loro età,tali non di rado da richiedere l’uso del bastone, non dev’essere di certo piacevole per essi dover attraversare un campo in cui,come spesso accade,degli “scatenati” ragazzini si stanno fronteggiando in una partita di pallone o scorazzando in sella alle loro biciclette affatto incuranti di poter rappresentare un pericolo,con il loro comportamento,per chi si trova a passare in quel momento.Non parliamone poi di quando essi debbano attraversarlo dovendosi guardare dalle evoluzioni per lo più maldestre,e perciò ancor pericolose a causa della loro imprevedibilità,di torme di ragazzini con i pattini a rotelle o con gli skate-board.L’avversione degli anziani è perciò,secondo me,non solo giustificata ma addirittura scontata.E a poco o nulla vale suggerire loro,al fine di indurli a mitigarla,di ricordarsi di quando essi stessi erano bambini:chè c’è una differenza abissale tra i bambini che essi furono e i bambini di oggi.Ed è assai improbabile,se non assolutamente da escludere, che questi ultimi possano in qualche modo evocare in loro la propria infanzia.Arrendersi a tale inconcialibilità significherebbe,però,far pagare ingiustamente sia agli uni che agli altri un prezzo troppo alto in termini di vivibilità.Il che sarebbe piuttosto inconcepibile in una città,qual è Venezia, decantata ovunque come la città a misura d’uomo per eccellenza.Va da sè,perciò,che occorra assolutamente studiare qualcosa,e presto,in proposito.ENZO PEDROCCO

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017