Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1392 Commenti
1884519 Letture totali

Vita Civile ..:Torna indietro:..
IL RAPPORTO GENITORI E FIGLI -  
di ENZO PEDROCCO - inviato il 07/10/2004 (letto 1625 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
IL RAPPORTO GENITORI E FIGLI -  
IL RAPPORTO GENITORI E FIGLIFIGLI SEMPRE PIU’ PRECOCIE GENITORI SEMPRE PIU’ IN AFFANNOEnzo PedroccoE’ un fatto che nella società contemporanea i bambini e i ragazzi sono dotati di una maturità sempre più precoce e capaci,in virtù di essa,di iniziare molto prima che in passato la vita in tutti i suoi aspetti.E non è certamente un caso se in molte famiglie,conseguentemente,esiste di già un rapporto “egualitario” tra genitori e figli,in cui il genitore,pur continuando a vigilare discretamente sul figlio,a spronarlo e a rimuovere gli ostacoli che eventualmente si frapponessero sulla sua strada,lo lascia tuttavia libero di seguire spontaneamente i suoi interessi e le sue particolari inclinazioni,facendo pieno credito alla sua maturità.Ancorché tale tipo di rapporto fra genitori e figli si vada diffondendo ogni giorno di più è ovvio, però,che esso riguardi,almeno per il momento,soltanto talune famiglie privilegiate,in cui le condizioni economiche e le scelte culturali dei genitori lo rendono possibile senza alcun problema o patema d’animo,per quanto onerose e bislacche possano essere le scelte e le inclinazioni degli amati pargoletti..Perchè ciò possa riguardare la stragrande maggioranza delle famiglie italiane,che notoriamente non nuotano nell’oro e il livello culturale di chi vi è a capo non sempre si può dire dei migliori e all’altezza del suo compito,occorrerà invece,a mio modesto modo di vedere, attendere ancora un bel po’. E non tanto a causa delle difficoltà economiche più o meno gravi in cui possano dibattersi oggigiorno,loro malgrado, non poche famiglie italiane,quanto piuttosto per il fatto che nel nostro Paese,più che in altri,la stragrande maggioranza degli adulti,o quantomeno una sua buona parte, è spesso condizionata dall’educazione e dalla cultura ricevute da ragazzi,al di là delle quali non ha saputo andare, fossilizzandosi,in un certo qual modo,in esse.A tal punto,talvolta,che in molte case italiane il bambino o il ragazzo, cioè l’educando,il socializzando,l’acculturando è di fatto invece,senza tema di esagerare,l’educatore,il socializzatore e il portatore di cultura.Si aggiunga a tutto ciò la dura realtà per gli adulti in genere,a prescindere dal grado d’istruzione,dei nuovi analfabetismi – in specie tecnologici e informatici,ma anche socio-culturali - della società del terziario avanzato e della complessità qual è la nostra e ci si renderà conto che il mio scetticismo al riguardo,che a taluni potrà forse apparire esagerato, è invece più che giustificato.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017