Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by michelle gersten
LA BAIA DEL RE, by Simone
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1394 Commenti
1903944 Letture totali

Vita Civile ..:Torna indietro:..
Elezioni e Accessibilità - A.A.A. Nuovo Leonardo cercasi!
di GianchiB - inviato il 04/08/2005 (letto 1674 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
Nel corso della plurimillenaria storia del nostro paese abbiamo sempre esportato verso paesi ricchi, prosperi e capaci di accettare grandi sfide una quantità incalcolabile di artisti, scenziati e geni di ogni sorta: un fenomeno che tuttora continua a ripetersi.Noi italiani siamo da sempre riusciti a privarci di menti brillanti e di idee rivoluzionarie... In pratica, per nostra stessa colpa, risultiamo essere degli eterni secondi.Mestre, domenica 3 aprile 2005, uno per tutti: seggio numero 182 sito al primo piano all'interno dell'istituto Pacinotti: un'anziana signora si trova nell'impossibilità di salire le due rampe di scale che le permetterebbero di arrivare al seggio elettorale assegnatole per esercitare quel tanto famoso diritto/dovere dei cittadini che è il voto.Nessun ascensore, nessuno strumento in grado di permettere all'elettrice di raggiungere la meta: una cabina elettorale per lei irraggiungibile a meno che non sia provvista di un certificato medico che testimoni chiaramente questa impossibilità e dia la facoltà al presidente del seggio (il quale senza colpa applica semplicemente dei regolamenti) di ovviare a questo problema assegnando alla persona in questione un altro seggio sito al piano terra (anche se dopo un'affermazione del genere trovo naturale domandarmi da quando l'essere anziani sia diventata una malattia).C'è veramente bisogno di uno scienziato per riuscire a organizzare dei seggi elettoralitenendo in debito conto tutte le ormai conosciutissime problematiche dei nostri giorni? Abbiamo veramente bisogno di un nuovo Leonardo da Vinci?E' così difficile guardarsi attorno e rendersi conto che nel nostro quartiere, nella nostra città, nel nostro paese, ci sono molti anziani e molti disabili che hanno bisogno di aiuto per svolgere attività che alcune distratte persone danno per scontate mentre per altre risultano essere uno sforzo allucinante?Si fa un gran parlare di barriere architettoniche e di alti costi per abbatterle, ma questa volta non si chiede di arrivare tanto lontani con la genialità né di appesantire l'amministrazione con grandi cifre, a volte sono sufficenti 80 centesimi per un buon caffè: svegliati Italia! E' tardi! Siamo sempre in ritardo!... E tanto per cambiare è colpa nostra! Continuiamo a cercare le soluzioni più complicate anche quando il problema è talmente semplice da non abbisognare di nulla per essere risolto.Un giorno ci ritroveremo ad andare a caccia di mosche coi cannoni!Se chiediamo a gran voce delle giuste elezioni e non abbiamo i mezzi per permettere anche ai disabili e agli anziani di esercitare il loro diritto al voto la soluzione è il piano terra!IL PIANO TERRA A COSTO ZERO!!!Persino in un paese stracolmo di problemi, dilaniato dalla guerra e continuamente minacciato dal terrorismo come l'Iraq i disabili e gli anziani sono stati portati ai seggi elettorali con l'aiuto di personale appositamente designato mentre noi, fermi al palo e troppo attaccati alle tradizioni fallimentari, persistiamo nei nostri errori e nelle nostre mancanze.Permettere a tutti di votare è un dovere preciso delle istituzioni e nel preciso istante in cui ciò non dovesse accadere si sarebbe fatto un torto enorme a delle persone che quel diritto se lo sono sudato e chiedono semplicemente di esercitarlo!Signore e signori: mancano dei voti! Mancano dei voti di persone che volevano votare e non hanno potuto farlo! Dobbiamo rifare le elezioni o proviamo a evocare il buon Leonardo con una seduta spiritica per organizzare le prossime?Per il momento dobbiamo accontentarci del solito rattoppo all'italiana: nel pomeriggio di domenica 3 aprile i presidenti dei seggi posti ai piani superiori sono stati notiziati che, pur contravvenendo alle normative sui seggi, sarebbero dovuti scendere al piano terra per far votare le persone non in grado di salire le scale.Tutto questo è avvenuto per difendere il diritto di voto degli elettori o per mettere al sicuro la poltrona di chi organizza la locazione dei seggi e dovrebbe garantire il corretto svolgimento delle elezioni?

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017