Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by michelle gersten
LA BAIA DEL RE, by Simone
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1394 Commenti
1904525 Letture totali

Varie ..:Torna indietro:..
risposta a pedrocco - il gioco è sacro
di Generazione postmoderna-robertpessimo - inviato il 14/06/2004 (letto 1855 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
Il gioco è sacro, e deve essere considerato sacro anche chi lo fa.Con questo aforisma di mia invenzione voglio portare avanti un'idea che mi è cara ossia dell'assoluta libertà che un bambino deve avere nel fare qull'atto sacro e di forte vitalità che è il gioco. In società cosidette primitive l'eta che va dagli anni in cui si inizia deambulare sino ai 10/ 12 anni l'individuo è libero di sperimentare e di svolgere tutte quelle attività che sono liberatorie e che mettono in diretto contatto il bambino con il mondo.La forza creativa che è una forza estremamente vitale deve essere considerata perciò essenziale per la crescita di un essere senza disturbi esistenziali, e senza malattie psico-fisiche.Venezia sta così diventato una citta morta perchè crede che le attività creative dell'individuo debbano essere represse per favorire ad altri individui di ammmirare la creatività di secoli fà.Lo so che il sogno di ogni adulto è di vedere un'omologazione culturale, quando difficilmente è spiegabile cos'è la cultura in una città che diventa meta di venditori di ''strafanti'' , sembra che la cultura sia soltanto il mantenere ciò che ci è stato dato in eredità, e nel vendere le riproduzioni di essa.E sembra che solo questi giovani siano vivaci e casinari, ma anche ciò è facilmenteconfutabile dato che mio nonno che ha la nobile età di 90 anni vivacemente si ricorda che quando aveva 10-12 anni si divertiva nel far scoppiare assieme ai suoi amici la polevere da sparo all'intero dei pozzi..facendo così attirare le ire dei ''veci'' (di allora) del vicinato.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017