Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by martino nazario specchiulli
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by elisabetta ottolenghi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Umberto Sartori
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by catelli francesco
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by ruggero
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by ROBERTO

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1386 Commenti
1946453 Letture totali

Mare e Laguna ..:Torna indietro:..
Ecco la cupola che ha salvato Venezia - e che adesso la uccide
di Umberto Sartory - inviato il 14/07/2004 (letto 2223 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
Ecco la cupola che ha salvato Venezia - e che adesso la uccide
Alcuni di voi la avranno vista in tutta la sua maestosità, la mattina di lunedì 12 luglio.Le nubi la hanno tracciata e resa visibile con grande evidenza. E' la cupola metereologica che avvolge Venezia, e che nei miei scritti sul Comitato di Salute Pubblica ho paragonato alla pallina di vetro con la neve.Questo corrugamento atmosferico ci ha salvato per decenni dai fumi di Porto Marghera e dalle altre porcherie che avvenivano e avvengono in terraferma.Adesso invece, con le grandi navi e il dissennato uso dei motori marini fatto dai miei concittadini, questa stessa cupola stà accelerando parossisticamente la distruzione della nostra meraviglia millenaria. I fumi solforici e nitrici delle navi e dei motori salgono caldi come gas, poi, raffreddandosi, ricadono all'interno della cupola che vedete. Quando arrivano a 3-4 metri dal pelo dell'acqua trovano umidità sufficiente da trasformarsi in acidi, e mangiano le pietre e i polmoni (soprattutto dei bambini, a quanto si dice).Possiamo ringraziare che qui nevica poco e la neve se ne va subito. Dopo la nevicata di quest'anno, infatti, le tegole che vedo dal mio balcone hanno cominciato a mostrare pustole rosa, in quanto i gas avevano trovato acqua per acidificare ben più in alto che a 3-4 metri dal pelo d'acqua. Meno male che nevica poco, perché, mentre mattoni e pietra d'Istria offrono alla corrosione spessori di molti centimetri, per le tegole si parla di 2 centimetri al massimo, e quando le tegole cominciano a cedere su larga scala agli edifici sottostanti resta ben poca speranza.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2018