Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by michelle gersten
LA BAIA DEL RE, by Simone
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1394 Commenti
1903227 Letture totali

Pietre di Venezia ..:Torna indietro:..
Era sfuggito a Napoleone, ma non a Insula
di Mau San - inviato il 03/11/2005 (letto 2689 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
Era sfuggito a Napoleone, ma non a Insula
Non voglio dilungarmi con frasi ad effetto o paroloni poco conosciuti ai più, sta di fatto che questa mattina, ho voluto farmi una bella vogata partendo da Piazzale Roma.
Una bella vogatina su di una elegante gondola, non avevo niente da fare. Arrivato all'altezza del Fondaco dei Turchi decisi di andare a premando e imboccare il rio di S. Marcuola. Un percorso a me molto noto, ma da tempo interdetto a causa dei lavori fatti da quegli incapaci di Insula (sinceramente, non darei loro, neanche il compito di ristrutturare una cuccia per cani).
Avevo già sentito dello sfregio subito dal leone che vi è collocato, l'unico e ultimo leone che nasceva dall'acqua, sì, perchè il leone poggiava sull'acqua e si potevano scorgere tranquillamente le onde marine scolpite nel marmo.
Uno dei pochissimi leoni che, a dispetto degli altri, sul libro recava frasi in greco antico o meglio in lingua ellenica e non, come siamo abituati a vedere, nella lingua latina. Se non unico, era di sicuro l'ultimo con quelle caratteristiche; ora, purtroppo, oltre alla decapitazione, è sparito il basamento (quello che non capisco è come possa essere successo, se dovevano semplicemente scavare il rio o al limite rinforzare le murature).
E i nostri amministratori, unica cosa capaci di fare sono le classiche spallucce come fossero loro complici (senza fossero, sono loro complici).
E le forze dell'ordine, cosa fanno? Saranno anche bravi, (a fare ?) ma possibile che non abbiano iniziativa per simili cose?
E dopo sé la prendono col famoso martellatore folle, ma quello martellava le statue per un disturbo mentale, perciò doveva e deve essere curato, ma gli amministratori che permettono ciò, Insula che provoca ciò e in maniera voluta, con dolo, a loro tutto è permesso? Devono essere curati anche loro ? Possibile che a causa della lingua italiana confondano dolo che indica dolosità, con Dolo paese in provincia? Dilemma, grande dilemma ma possibile.
Va bene, si continui pure, un po' alla volta e con molta, molta fatica, il veneziano si sta svegliando e non sarà ora, forse non sarà per voi, ma sarà per domani e per i vostri posteri, ricordate, il Leone non è ancora domato.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017