Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by martino nazario specchiulli
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by elisabetta ottolenghi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Umberto Sartori
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by catelli francesco
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by ruggero
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by ROBERTO

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1386 Commenti
1944303 Letture totali

Varie ..:Torna indietro:..
HOMELESS
di ENZO PEDROCCO - inviato il 12/01/2006 (letto 3222 volte - 1 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
HOMELESS
“LA NONNINA CON LA CASA APPRESSO”
E’ SEMPRE IN MEZZO A UNA STRADA


“La ‘nonnina con la casa appresso’ – così soprannominata per trascinarsi dietro le poche e misere cose costituenti la sua ‘casa’ – sembra essersi volatilizzata con l’arrivo dell’autunno e dei primi freddi. A differenza dell’estate appena trascorsa, in cui era abbastanza facile incontrarla durante il suo peregrinare per Venezia, da un po’ di tempo a questa parte, invece, sembra come sparita. Il mio augurio è che, grazie alla solidarietà e all’interessamento di qualcuno, sia stata accolta in qualche struttura pubblica e possa senz’altro passarsela meglio di quanto non avvenisse allorchè, come parecchi altri sventurati anziani come lei, era costretta a trascorrere le sue notti all’addiaccio”.

Così scrivevo alcuni mesi addietro,in un mio blog, di fronte alla repentina sparizione da Venezia di un personaggio fra il bizzarro e il patetico, conosciuto come “la nonnina con la casa appresso”, che ero solito incontrare pressochè invariabilmente ogni giorno e che, non avendolo improvvisamente più incontrato, mi auguravo ardentemente che avesse finalmente trovato una “sistemazione” definitiva da qualche parte, mercè il generoso aiuto di qualcuno. Invece, purtroppo, niente di tutto ciò: la nonnina con la casa appresso, infatti, è improvvisamente ricomparsa in questi giorni tra le calli e i campi di Venezia, tale e quale come prima: con la sua inseparabile sediolina e il trolley contenente tutte le sue poche e misere cose.

E ogniqualvolta, alla stregua di un tempo, mi capita d’imbattermi in lei, al di là del piacere di rivederla e della tenerezza che suscita sempre in me, non posso fare a meno di chiedermi se, nel nostro Paese, si fa veramente a sufficienza per i poveri. Ovvero se non sia il caso,alle volte,di dover assolutamente fare di più.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: Mau San (mausan55@yahoo.it)



Inviato il 24-01-2006 09:43
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2018