Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1392 Commenti
1923354 Letture totali

Pietre di Venezia ..:Torna indietro:..
Eppur si Muove (ancora su Calatrava)
di Umberto Sartori - inviato il 15/01/2006 (letto 5574 volte - 23 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
Eppur si Muove (ancora su Calatrava)
La Terra di Galileo? No, le fondamenta del Calatrava

Vedi servizio fotografico

Decisamente una brutta sorpresa per l'ingegner Scibilia, che al tempo in cui denunciammo il primo segno di cedimento sulla spalla lato Santa Lucia ebbe a dichiarare, via Il Gazzettino, che si trattava di un cedimento precedente e consolidato.

Qualcuno si e affrettato a stuccare quella crepa, ma lo stucco ha cominciato a dover scorrere lungo tutto il bordo fra il nuovo cordolo di coronamento e poi giù lungo le crepe e le fratture, finché il numero e l’entità di queste ha dissuaso lo stuccatore, come si vede in queste due foto.
Le bugie, si sa, hanno le gambe corte, e per una crepa stuccata se ne sono aperte dieci altre.

Cosa ci racconta l'emerito "ingegnere" a fronte del reticolo di nuove crepe e dissesti che interessano quella testa di ponte? Il movimento della struttura è ormai in evidenza su tutto il sito. I blocchi di sponda si vanno sgranando e frantumando trascinati verso il canale da una struttura in cemento troppo pesante.

Il cedimento verso il Canal Grande e evidentissimo ormai anche fra i nuovi blocchi, quelli che l’ingegnere in questione ha posato sopra quel “consolidato cedimento”. I blocchi, vecchi e nuovi, posizionati sulla svolta del canale sporgono dalle loro sedi e affondano, liberi di muoversi; si vedano in proposito le prime sei foto.
I blocchi vecchi, più lontani in direzione della ex piscina “Rari Nantes”, invece, subiscono anch’essi il movimento verticale e orizzontale dell’intero dente di terra ma, incastrati ancora strettamente fra loro, non possono che frantumarsi negli angoli che entrano in compressione, cioé gli inferiori esterni, o si spezzano a metà complici anche i fenomeni di solfatazione che ormai a Venezia indeboliscono i carbonati di calcio a tempo di record. Potete vedere dalle foto come siano molti i blocchi che mostrano drastici segni di questi movimenti in atto.

A proposito, vorrei che notaste anche come i blocchi posati pochi mesi or sono mostrano già profonde incisioni lungo le vene di calcite...

Allora, ingegner, Scibilia, ci vorrà convincere che anche questo diffuso recentissimo dissesto dell’opera fa parte dei “cedimenti consolidati”? Posso farle una confidenza? Lei non mi sembra molto tagliato per la professione che si è scelto.

Dove ha imparato o anche solo letto, che a Venezia si siano costruiti o si possano costruire grandi ponti su fondazioni in calcestruzzo? Nel bollettino di borsa dei cementifici?

Assieme ai suoi tristi colleghi che hanno progettato e realizzato le “banchine portuali” delle Zattere e della Giudecca , Lei e il signor Calatrava passerete alla Storia come due fra le persone che col loro operato hanno arrecato più grave danno a questa meravigliosa città. Benvenuto nel club degli immortali, ing. Scibilia.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: elbaso

Un ulteriore dimostrazione che a Venezia si vuole costruire
senza seguire le regole che hanno promulgato i nostri
antenati in 17 secoli di costruzioni sulle velme e sulle
barene instabili .
Danni immensi sono stati fatti inoltre in Riva degli Schiavoni,
alle Zattere e alla Giudecca grazie a insensate gettate
di tonnellate e tonnellate di calcestruzzo......
Fermiamoli prima che sia troppo tardi ...
Firmate la petizione !!!!

elbaso

Inviato il 15-01-2006 11:19
Inviato da: paolo friselle (info@friselle.it)



Inviato il 02-02-2006 14:46
Inviato da: Umberto Sartory (venetian@ombra.net)



Inviato il 04-02-2006 17:43
Sito web: http://ourvenice.org
Inviato da: venexiano



Inviato il 06-02-2006 15:29
Inviato da: Pietro Bortoluzzi (pietro@bortoluzzi.org)



Inviato il 06-02-2006 17:13
Sito web: www.pietro.bortoluzzi.org
Inviato da: Umbertyo Sartory (venetian@ombra.net)



Inviato il 07-02-2006 10:02
Sito web: http://ourvenice.org
Inviato da: elbaso

E quando cadranno le pietre in acqua
vedremo a cosa saranno servite sonde e
atrezzature varie , se a chi sono affidate
non sa leggere i dati o li vuole nascondere
per non ammettere di avere sbagliato .....

elbaso

Inviato il 09-02-2006 09:42
Inviato da: Elvis (alfadal@libero.it)



Inviato il 12-02-2006 10:48
Inviato da: patrizia (patrizia.bortot@tin.it)



Inviato il 12-02-2006 13:05
Inviato da: elbaso



Inviato il 12-02-2006 13:45
Inviato da: Umberto Sartory (venetian@ombra.net)



Inviato il 13-02-2006 09:42
Sito web: http://ourvenice.org
Inviato da: The Rock (slumpot@yahoo.it)



Inviato il 13-02-2006 16:37
Inviato da: Umberto Sartory (venetian@ombra.net)



Inviato il 13-02-2006 20:46
Sito web: http://ourvenice.org
Inviato da: Elvis (alfadal@libero.it)



Inviato il 14-02-2006 19:58
Inviato da: Umberto Sartory (venetian@ombra.net)



Inviato il 15-02-2006 10:22
Sito web: http://ourvenice.org
Inviato da: antonio (antoniorossi@libero.it)

vercogna soldi buuttati ali vembto

Inviato il 15-02-2006 11:10
Sito web: ponte 4
Inviato da: Alfredo



Inviato il 15-02-2006 11:22
Inviato da: Umberto Sartory (venetian@ombra.net)



Inviato il 15-02-2006 13:39
Sito web: http://ourvenice.org
Inviato da: ALfredo



Inviato il 15-02-2006 16:46
Inviato da: elbaso

Esatto se andate a leggere la petizione
il nostro comitato ha proprio questo scopo
se veramente volete aiutare Venezia a risorgere
aiutateci almeno con la vostra firma

elbaso

Inviato il 16-02-2006 09:39
Inviato da: FRAMAR (frati@rogers.com)

Insoma co tuti sti discorsi sto ponte se finira'?o xe tuto come el resto schei butai via par gnente, pero' so sicuro che qualche uno ga gia' fato un saco de schei, e prima che tuto sia finio i ghe ne fara' ancora de piu' ae spese de quei poareti che paga e tasse.

Inviato il 23-02-2006 20:45
Inviato da: elbaso

L'altro giorno hanno annunciato la posa del ponte per ottobre ..... forse.... dipende dalla statica delle fondamenta
che si stanno muovendo verso l'acqua come diciamo noi ,
come dicevamo un anno fa ( annunciata la posa per ottobre 2005) come dicevamo due anni fa ( annunciata la posa
per aprile, poi maggio ,poi settembre, poi ottobre 2004 )
se ci date una mano con la vostra firma possiamo tutti
assieme risolvere tutte le questioni e cominciare a costruire e
restaurare con i metodi che si sono usati per millenni
a Venezia e in laguna

elbaso

Inviato il 24-02-2006 09:14
Inviato da: beniamino (beniaminopozza@hotmail.com)



Inviato il 17-03-2012 14:37
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2018