Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by michelle gersten
LA BAIA DEL RE, by Simone
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1394 Commenti
1903229 Letture totali

Pietre di Venezia ..:Torna indietro:..
Povera città mia - Ti derubano persino dei mattoni
di Umberto Sartori - inviato il 11/02/2005 (letto 3275 volte - 2 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
Povera città mia - Ti derubano persino dei mattoni
Come si vede i mattoni sono nuovi, e già alcuni mostrano, con la colorazione rosata, i primi sfaldamenti lamellari dovuti ai fenomeni di idrolisi e solfatazione
Dove vanno a finire i mattoni vecchi?
Anche recentemente abbiamo assistito alla sparizione di migliaia di mattoni d'epoca in seguito alla demolizione dell'intera muretta del rio di San Trovaso dal lato fondamenta Nani.
La muretta è stata ricostruita interamente con mattoni sabbiati nuovi, ma quelli vecchi?
Forse non tutti i cittadini sanno che il mattone vecchio alimenta un florido mercato, quotandosi varie volte il prezzo del mattone nuovo. Le vecchie pietre sono usate principalmente per il restauro e la ricostruzione dei rustici.
Avremmo potuto sperare che i mattoni sottratti alle murette venissero usati per tamponare i gravi danni causati dall'anidride nitrica emessa dai motori marini, su ben più importanti e storici edifici, ma a ogni restauro compaiono solo orribili mattoni nuovi che trasformano palazzi e chiese in patchworks da terzo mondo.
La sfrontatezza degli amministratori cittadini e delle loro ditte appaltatrici di comodo è anch'essa già terzomondista. Guardate appunto il lavoro fatto in fondamenta Nani: non sono stati neppur capaci di mantenere la quota dei corrimani, che degradano verso le Zattere a scalini, quasi che, oltre alla Torre di Pisa (la cui immagine è stata usata con quella di altri edifici famosi per coprire il cantiere della Torre dell'Orologio), si volesse scimmiottare a Venezia anche la Trinità dei Monti.
E che dire delle costosissime pietre bianche con infissi anelli in acciaio inossidabile? Non una che sia stata montata congruentemente in asse con l'osterigio corrispondente, e tutte ineluttabilmente rovescie, sí che il senso di trazione sia tale da aver leva vantaggiosa a svellere l'intera pietra dal selciato.
Non ne possiamo più di simili cialtronate! Venezia e la sua storia meritano ben altro che questi amministratori inetti e corrotti.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: carlo (RACOL@TELE2.IT)

E' un dolore per me vedere il continuo degrado della mia città, creata nei secoli da nostri instancabili concittadini facendo di Lei la Regina dell' Adriatico per non dire del meditterraneo.Vorrei fermare tutto ciò, ma come??Carlo Seno

Inviato il 25-08-2006 08:30
Inviato da: francesca (francesca_19@tiscali.it)

NON E' POSSIBBBBILE!!!!

Inviato il 15-11-2006 19:40
Sito web: www.puntoelinea.it
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017