Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1392 Commenti
1924370 Letture totali

Pietre di Venezia ..:Torna indietro:..
Lo Stato delle Cose al Calatrava
di Umberto Sartori - inviato il 13/02/2006 (letto 2666 volte - 7 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
Lo Stato delle Cose al Calatrava
Anch'io mi consento un estro letterario che esula dai dati di fatto in mio possesso (vedi documentazione fotografica).

Ciò che in realtà sembra accadere, è che vi sono due bande:

Quella dei fautori del Calatrava, ufficalmente al potere in città, che già tante prove di inefficienza e inettitudine costruttiva ha dato, come ben mostrano le cicatrici infette che ha disseminato sul corpo monumentale di Venezia.

Quella degli oppositori del Calatrava, che agli attuali "amministratori" nichilisti ha spianato la strada con decenni di malaamministrazione nel dopoguerra.

Quello che sembra succedere, adesso che la banda dei fautori fornisce ennesima prova della propria inefficienza, è che venga soccorsa dalla seconda, in questo tragico frangente di non riuscire a posare un ponte già pagato.

Ho come la sensazione che lentamente la banda dei fautori si assottiglierà, mentre prenderà sempre maggiore consistenza la banda degli oppositori.

Risultato, avremo pagato un ponte che non avremo mai, e quel denaro sarà invece finito nelle casse dei partiti o meglio dei loro esponenti di rilievo.

Dell'una e dell'altra banda.

E il Cala Trava tiene fede alla sua promessa, ennesima "travata" a calare sulla Cosa Pubblica Veneziana e sul suo Ben Comun

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: The Rock (slumpot@yahoo.it)



Inviato il 13-02-2006 16:09
Inviato da: Umberto Sartory (venetian@ombra.net)



Inviato il 13-02-2006 16:57
Sito web: http://ourvenice.org
Inviato da: The Rock (slumpot@yahoo.it)



Inviato il 14-02-2006 13:33
Inviato da: FRAMAR (frati@rogers.com)

Da parecchi anni vivo all'estero, pero' sono veneziano e posseggo un appartamento a Venezia dove vengo in media tre volte all'anno.Ogni volta che arrivo mi aspetto di vedere questo famoso Calatrava finito ed in uso. Ho chieste a varie persone cosa ne pensano di questo ritardo. Nessuno mi sa dire niente di sicuro" Politica,Disegno sbagliato,le fondazioni non sono buone, il disegno fa schifo, il posto e' sbagliato, non serve a niente, non hanno piu' soldi per finirlo ecc. Chi a ragione?
Grazie

Inviato il 18-02-2006 20:45
Inviato da: Pietro Bortoluzzi



Inviato il 21-02-2006 08:25
Sito web: www.pietro.bortoluzzi.org
Inviato da: elbaso



Inviato il 21-02-2006 09:40
Inviato da: Umberto Sartory (venetian@ombra.net)



Inviato il 23-02-2006 13:05
Sito web: http://ourvenice.org
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2018