Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by michelle gersten
LA BAIA DEL RE, by Simone
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1394 Commenti
1903248 Letture totali

Pietre di Venezia ..:Torna indietro:..
Mettiamo Che...
di ENZO PEDROCCO - inviato il 23/02/2006 (letto 2585 volte - 6 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
Mettiamo Che...
FANTACRONACA VENEZIANA


"Il commissariamento della Giunta Comunale di Venezia" ("Il Corriere"); "Commissariata la Giunta guidata da Cacciari" ("La Repubblica"); "Venezia: tutto da rifare per il commissario straordinario investito di pieni poteri" ("Libero"); "Sindaco e assessori tutti a casa: era ora!" ("La Padania"). Questi alcuni dei titoli, apparsi sui giornali di oggi, relativi alla clamorosa decisione presa dal Governo, che, con decreto in data 23.02.2006 , ha disposto il commissariamento della Giunta Comunale di Venezia, guidata, com’è noto, dal filosofo Massimo Cacciari.

Come si può leggere nel decreto governativo, all’origine di tale drastica decisione, contrariamente a ciò che, di fronte a un provvedimento del genere, verrebbe fatto di pensare a tutta prima, non vi sono nè irregolarità amministrative né violazioni legislative, bensì semplicemente l’inequivocabile constatazione, da parte degli ispettori del Governo, dello stato di palese inidoneità della Giunta tutta. Inidoneità che era già nota, peraltro, all’opinione pubblica veneziana più sensibile e attenta, alle insistenti denunce della quale si dovette a suo tempo, come si ricorderà, l’apertura dell’inchiesta su Venezia, che ha portato alla decisione governativa di questi giorni.


Mettiamo che una siffatta notizia, anziché frutto della mia fantasia, fosse realmente vera, come la prendereste? Non trovate anche voi, come me, che non sarebbe poi una grande iattura? Potrebbe anzi essere l’inizio, a mio modesto modo di vedere, di un modo nuovo di affrontare i problemi di Venezia e, qualora ne fosse il caso, di rivederli e reimpostarli in virtù di un’ amministrazione straordinaria – che si suppone obiettiva e apartitica - in maniera possibilmente più consapevole e critica, e secondo una priorità più logica, di quanto le varie Giunte alternatesi in questi ultimi anni a Cà Farsetti non abbiano effettivamente fatto

E’ un vero e proprio peccato, perciò, che si tratti, ahinoi, soltanto di una notizia inventata.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: elbaso

Xe schersi da far ? doboto fasso un colpo ....
daea contentessa........!!!!!

elbaso

Inviato il 24-02-2006 12:30
Inviato da: elbaso

A parte gli scherzi il compito che si prefigge il comitato
è quello di avere il potere di decidere senza aver nessun
obbligo verso lobbies varie , sedi di partito etc etc.
la salvezza in extremis della nostra città e
l'unico obbligo che abbiamo è verso i veri veneziani
e la nostra amata madre Venezia .
I vari sindaci e assessori possono rimanere al loro
posto e esercitare la funzione per la quale sono stati
votati : AMMINISTRARE !!!
alla fine noi del comitato sceglieremo come
costruire, che materiali usare , sviluppare progetti
per la laguna etc. con la partecipazione
di uomini e donne d'ingegno e d'arte
svincolati da obblighi , pressioni politiche
e lobbistiche , quindi liberi di esprimere in pieno
quello che risulterà piu efficace per la città
e la laguna .
Gli amministratori invece
dovranno : raccogliere le tasse , contare il danaro
e dividerlo per i vari assessorati .
Non è una rivoluzione , non è una guerra
di secessione nulla di tutto questo ,
Quello che vogliamo è poter far tornare
ai Veneziani il senso del bene comune
e di preservarlo .....

elbaso

Inviato il 24-02-2006 13:03
Inviato da: elbaso

Aiutateci a realizzare tutto questo
per la salvezza di Venezia e il benessere
di tutti i Veneziani ....
Leggete e firmate la petizione

elbaso

Inviato il 24-02-2006 13:04
Inviato da: Enzo Pedrocco (e_pedrocco@yahoo.com)

Ringrazio<I> elbaso</I>, utente fra i più attenti e sensibili di Venice Explorer, per i suoi puntuali e pertinenti commenti. Desidererei tuttavia che altri – quali, ad esempio, <I>Mau San, Robert Prestissimo </I> e altri - esprimessero le loro opinioni e i loro desiderata in proposito: conoscendo come taluni veneziani, notoriamente attenti alla realtà in cui vivono, desidererebbero fosse la loro città, non potrà infatti che aiutare – sia me che chi ci legge – a comprendere meglio, nel paragone con l’attuale situazione in cui essa si trova, ciò che potrebbe essere senz’altro auspicabile per Venezia e ciò che, ancorchè in atto, andrebbe tuttavia, auspicabilmente, riveduto o soppresso.

Inviato il 24-02-2006 20:10
Sito web: http://enzopedrocco.clarence.com/
Inviato da: RobertPessimo

Sì, purtroppo la politica in questi decenni si è rivelata fallimentare sia per la mancanza di vere e proprie capacità e sia perché obnubilata da un così triste bisogno di affermazione economica, invece che essere un organo dai sani principi che regolasse le spinte di pancia del popolo si è reso capace solo di farsi organo di risonanza.
L'elemento che ora è più in pericolo in questa città e anche quello che le ha creato l'identità, perché è palese che non ci lascia solo un messaggio estetico, già di per se fondamentale, ma ci evoca messaggi, princìpi, sapienze, esperienze che non posso e non dobbiamo lasciare in mano a gente incompetente o a bambini con menti corrotte.

Inviato il 25-02-2006 08:05
Inviato da: Umberto Sartory (venetian@ombra.net)

Come hai ragione, Robert. Della mia opinione non penso si senta la mancanza, su Venezia ObServer, data la mia assiduità. Voglio spezzare però una lancia per l'apparentemente scarsa partecipazione di Alex. Devi tener presente che è il responsabile dei motori informatici che fanno girare non solo ObServer, ma l'intero sito veniceXplorer. Essendo questa una attività pressoché totalmente oneraria e non redditizia, e dovendo quindi anche procacciarsi il cibo con l'informatica e la musica, non ha obiettivamente molto tempo per venire spesso a far quattro chiacchiere.
Il Mausan, invece non è molto estroverso, e preferisce di solito ritirarsi per le Lagune a mugugnare e a menare il remo...

Inviato il 25-02-2006 10:37
Sito web: http://ourvenice.org
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017