Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1392 Commenti
1883157 Letture totali

Pietre di Venezia ..:Torna indietro:..
Continua la spoliazione di Venezia - Se n`è andata la pietra d`Istria della Toletta
di Umberto Sartori - inviato il 08/01/2002 (letto 2297 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
Dopo le migliaia di tonnellate di pietrad'Istria scomparse anche durante gliultimi lavori di rifacimento alle Zattere,l'attività estrattiva è in questi giorniintensa in zona Toletta: già la riva dicalle dei Cerchieri ha perso la sua bella e antica riva in pietra d'Istria a favoredi squadrati blocchi di pietraccia gessosa.Temo che nei prossimi giorni subiremo laperdita anche dei piastroni che orlanofondamenta della Toletta e incerta è lasorte del ponticello, che appare già sgangherato in seguito a una malaccorta operazione di smontaggio.A proposito di ponti, passavo oggi sul ponte de le Maravegie, e ho visto due bimbi scandinavi giocare allo scivolo in piedi lungo i listoni d'Istria che bordano il ponte. Vederli mi portato dei ricordi: anch'io da bambino (e anche un bel po' dopo), ho fatto quel gioco su quel ponte. Ho guardato le pietre e ho realizzato che da secoli bambini di ogni razza incontrano il ponte de le Maravegie, che è particolarmente ripido, e giocano con lui allo stesso modo: le due strette corsie sono rese concave e lucidissime dall'usura dei piedi. Quando lorsignori decideranno di insulare anche l'area di San Trovaso quei secoli di poesia scolpiti dal gioco dei bimbi con ogni probabilità spariranno, ingoiati dall'orco dell'avidità e dagli uomini neri dell'incompetenza e del malcostume.Voglio sia chiaro che, se la responsabilità di questi scempi compete direttamente agli amministratori, questi restano, nei fatti, espressione dirigente di una cittadinanza che sembra avere in larga parte abdicato la difesa della propria dignità per distrazione, ignavia e connivenza...Intanto mi sto abituando a raccontare la storia di una Venezia che un tempo era costruita con pietra solida e pregiata, e che questo era prima che l'orda di barbari più spietata con l'arte che questa città ricordi, la sostituisse con una copia di gesso.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017