Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by michelle gersten
LA BAIA DEL RE, by Simone
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1394 Commenti
1904535 Letture totali

Cultura e Arte ..:Torna indietro:..
PER TE,POESIA... - L`ULTIMO LIBRO DI ALDO VIANELLO
di ENZO PEDROCCO - inviato il 03/03/2005 (letto 2415 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
PER TE,POESIA... - L`ULTIMO LIBRO DI ALDO VIANELLO
PER TE,POESIA…Su di lui e la sua opera poeti e scrittori quali Pound, Palazzeschi, Valeri, De Lagarda, Longo, Fasolo, Pasinetti, Della Corte, Carminati,hanno scritto ampiamente rilevando fin da subito la sua spiccata originalità,l’aderenza della sua poetica alle problematiche esistenziali del nostro tempo,nonché i repentini,lirici trasalimenti con cui egli sorprendentemente riesce, talvolta,a folgorarne la crudezza.Per quanto mi riguarda,al di là di tutto ciò e al di là di qualsivoglia giudizio di valore,trovo che Aldo Vianello sia anzitutto una “bella persona” che mi onora della sua amicizia da almeno un cinquantennio e che in parte,tralasciando la loro componente “maledettistica” – che non condivido affatto -,ritrovo puntualmente nelle sue opere.Come nel caso del suo ultimo libro ''Il piacere di non fingere'',che consiglio a tutti di leggere.HO PERDUTO LA PACEPer te,poesia,ho perduto la pace.Da quandoper un mozzicone di lapisho lasciato il remo del padre,il mio corpoè diventato un rifugiodi fantasmi.Per uscire dalla tramadei tuoi folli princìpiogni notte invocoil nemico della vita.Da ''Il piacere di non fingere'' (Pag.84)“In una società che di umano ha solo qualche tratto nei momenti sempre più rari della contemplazione,essere un ribelle di natura miltoniana o un ‘idiota’ di francescana memoria,significa subire gli effetti di un ‘nulla di fatto’”Da ''Il piacere di non fingere'' (Pag.277)“Fra qualche tempo sarò lungo le vie più storte del mondo.Chiederò a quanti hanno la grinta della mia generazione,come un pezzente,di acquistare Il piacere di non fingere.Fortunatamente sarà l’ultima stazione del mio inutile calvario.Più di qualcuno mi ha prevenuto,dicendomi che ho sempre fatto la figura del ‘mona’…Che piuttosto di fare ancora tutto,ovvero scrivere,pubblicare e vendere,sarebbe meglio curare i carciofi in un convento di suore poco avvezze a rispettare i tempi della clausura!Per un anarcoide,vivere tra i desideri di ‘caste sorelle’ equivarrrebbe al canto di una cinciallegra,invaghita del bianco giorno che fondò l’era di Cristo”.Da ''Il piacere di non fingere'' (Pag.212)ENZO PEDROCCO

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017