Venezia ObServer

Pietre di Venezia ..:Torna indietro:..
EDILIZIA STRAVOLTA
di ENZO PEDROCCO - inviato il 22/03/2007
LO SCRITERIATO UTILIZZO, SEMPRE PIU' FREQUENTE, DI MATERIALI ESTRANEI ALLA NOSTRA TRADIZIONE NELL’ EDILIZIA DEL CENTRO STORICO


Il retro della Casa di riposo israelitica, prospiciente il Rio degli Ormesini, dopo il recente restauro. Sono in molti a chiedersi se le due vistosissime canne fumarie in metallo luccicante che balzano immediatamente agli occhi - e che, prima del restauro, non c’erano – siano state collocate nel rispetto delle norme vigenti. Le quali, com’è noto, ancorchè in casi eccezionali e una volta constatata l’assoluta impossibilità di provvedere altrimenti, contemplino la possibilità di costruire o sistemare esternamente alle facciate delle canne fumarie che non siano in muratura e secondo le forme caratteristiche veneziane, ciò vale tuttavia soltanto per quegli edifici che non abbiano importanza architettonica o monumentale, che non è assolutamente il caso, senza tema di errore, della Casa israelitica di riposo.

© veniceXplorer.net, 2001 - 2005