Venice eXplorer.net Venezia ObServer
Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
660 Articoli
1392 Commenti
2152420 Letture totali

Mare e Laguna ..:Torna indietro:..
ARRIVARE A VENEZIA
di ENZO PEDROCCO - inviato il 29/07/2007 (letto 3255 volte - 2 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
ARRIVARE A VENEZIA
ARRIVARE A VENEZIA

Stante l'attuale aspetto di quel tratto della Laguna confinante con la terraferma, non si può non condividere l'affermazione che Thomas Mann fece nel suo celebre "Morte a Venezia"(1912) secondo cui arrivare a Venezia dalla terraferma è come entrare in un palazzo dalla porta di servizio, e che il solo modo degno per giungere nella "più inverosimile città del mondo" è per nave, come aveva fatto lui. C'è da dubitare parecchio tuttavia che egli sarebbe stato dello stesso avviso se, anziché conoscere Venezia con quel tratto di Laguna "stravolto" a causa del ponte translagunare costruito dagli austriaci, l'avesse conosciuta ai tempi in cui il suo celeberrimo connazionale Goethe, entrando nelle acque lagunari dal Brenta la sera del 28 settembre 1786, la raggiungeva deliziandosi attraverso tortuosi e suggestivi canali immersi nel rigoglioso verde di una miriade di isolette,di barene e di canneti che caratterizzavano ancora, a quei tempi,anche quella parte della Laguna, conferendole,senza ombra di dubbio alcuno, un fascino che, a partire dalla costruzione del ponte translagunare – e dagli imbonimenti, escavazioni, etc. necessari per esso – perse inevitabilmente.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: venessiani

Martedì 7 Agosto a mezzanotte nella riva della Pescheria di Rialto si terrà una manifestazione spontanea per protestare contro gli sprechi della amministrazione comunale veneziana.
In occasione del passaggio del concio centrale del futuro Ponte di Calatrava, sperando non accada nulla al nostro amato Ponte di Rialto, protesteremo contro il grande spreco di denaro pubblico per un'opera esclusivamente propagandistica realizzata con i fondi della Legge Speciale, mentre la città ha bisogno vitale di investimenti per la residenzialità e per i servizi ai cittadini, per poter sopravvivere, soffocata da un turismo invasivo e da un esodo costante, che ogni anno vede 2000 cittadini lasciare Venezia.
La risposta dell’amministrazione comunale veneziana, immobile se non dannosa da decenni, è quella di un'opera scenografica, sicuramente poco utile, visto che non sono poi molte le persone che uscite dalla macchina a Piazzale Roma sentiranno la necessità di montare velocemente in treno alla stazione, risparmiando 60 metri rispetto all'itinerario previsto dall'attuale Ponte degli Scalzi. O forse un’opera solo utile a chi gestirà commercialmente tutta l'enorme area ai piedi del futuro ponte?
In ogni caso uno spreco enorme, lievitato fino a 14 milioni di euro, frutto di anni di ritardo, errori nella progettazione e difficoltà realizzative colpevolmente sottovalutate: tutto solo per realizzare un quarto ponte sul Canal Grande inutile e costoso, che ha sottratto fondi di Legge Speciale destinabili invece alle opere concrete per i residenti di cui la città ha assoluto bisogno.
Martedì notte manifesteremo perciò il nostro dissenso, dimostrando come una parte (speriamo grande) di cittadini pacifici e non strumentalizzati chieda a gran voce interventi per Venezia anziché ponti scenografici! Siete quindi tutti invitati a partecipare MARTEDI' 7 AGOSTO ALLE ORE 24 PRESSO LA RIVA DELLA PESCHERIA DI RIALTO, per manifestare il Vostro dissenso contro lo spreco del Ponte di Calatrava.
Vi invitiamo a divulgare questo messaggio il più possibile.

Inviato il 04-08-2007 21:24
Inviato da: Umberto Sartory

Il commento di "venessiani" non è pertinente all'articolo. L'utente "venessiani", dietro cui non si fatica a riconoscere l'"Associazione Giovani Veneziani" promotrice dell'inutile e dannosa manifestazione è severamente invitato a rispettare il tema degli articoli cui intenda apporre commenti. Questo viene lasciato a monito, eventuali ulteriori commenti fuori tema a questo o altri articoli saranno cancellati.

Inviato il 07-08-2007 19:11
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2022