Ottobre 2017
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30
31      

English Text Testo Venessian

Barche Veneziane e Lagunari

INDICE
Venezia ObServer: Impatto del Traffico di Grandi Navi sul Porto Storico di Venezia
Gondolino
Il Gondolino

Il gondolino è ai giorni nostri una variante tensostrutturata più leggera e veloce della gondola, ma nella versione arcaica ne può essere considerato progenitore.
Era usato anticamente per i freschi in laguna nelle afose sere d´estate, e si è molto trasformato nel corso dei secoli. Bassa e filante, questa barca permetteva ai vogatori di navigare su qualsiasi percorso lagunare prima dell´aggravarsi del moto ondoso causato dalle imbarcazioni a motore.

Nel 1825 il gondolino venne introdotto come principale attrazione nelle gare della Regata Storica, e oggi viene impiegato esclusivamente per questo scopo.
L´uso in condizioni specifiche come quelle di gara ha fatto sì che la sua forma si evolvesse in senso opposto a quella della gondola: mentre questa sempre più diviene asimmetrica e rialzata per facilitare il compito del gondoliere singolo di fronte a una quotidianità di onde sempre più aggressive, il gondolino si fà più basso e simmetrico, per sfruttare al massimo l´acqua piatta del campo di gara e i due vogatori.

Il gondolino è infatti considerato la "Formula Uno" delle barche lagunari e la gara su questa barca è la maggior attrattiva della Regata Storica, nonchè quella che decreta i veri campioni del remo. A differenza dalle regate su gondole, basate sulla potenza dei vogatori, quelle dei gondolini mettono in risalto le tecniche di voga e l´affiatamento degli equipaggi, in quanto la barca è sensibilissima alla qualità tecnica della vogata.

Le misure del gondolino sono m. 10,50 di lunghezza fuori tutto, m. 1,10 di larghezza, m. 0,65 di larghezza del fondo e soli 36/38 cm. di altezza a mezza barca. Il lai (fiancata) destro è leggermente più alto del sinistro, e in corrispondenza della forcola (scalmo) di prora presenta un arco rialzato chiamato "cavalo", sul quale il provier (vogatore di prua) appoggia il ginocchio destro per ottenere maggior equilibrio nella spinta di premada (vedi anche voga veneta).

 



TOP - INDICE