Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito pi¨ completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchŔ l`Istituto Cini non pu˛ andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1392 Commenti
1883139 Letture totali

Pietre di Venezia ..:Torna indietro:..
L`Abate Scomparso - a Santa Maria Formosa e alla Misericordia
di Gigio Zanon - inviato il 13/08/2002 (letto 2193 volte - 1 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
L`Abate Scomparso - a Santa Maria Formosa e alla Misericordia
Egregi signori, se fosse possibile dovreste aiutarmi a risolvere undilemma che, nonostante esposti-denuncia, lettere varie allastampa ed alla Sopritendenza ai Beni Architettonici, ecc. nonsono riuscito ad andarne a capo.Davanti alla chiesa di S. Maria Formosa una volta vi era''l'Óbate'', ossia il cinquecentesco pilo porta stendardodella Scuola dei Bombardieri con il rilievo di Santa Barbara,loro patrona.Questa Scuola aveva la sua sede, o ''albergo'', nella casa ai piedidel ponte ed il suo altare di devozione nella chiesa e dedicatoa S. Barbara. Sopra l' altare vi Ŕ tuttora una magnifica paladel Palma raffigurante la Santa e di fronte allo stesso altarevi sono scolpite delle scene dedicate a questa Confraternita.Ebbene, qualche anno fa una ignota mano vandalica ha appiccatoil fuoco a delle immondizie che erano state poste - moltoincivilmente... - ai piedi di detto Óbate, danneggiandolo.Dopo ripetuti, ma vani, appelli al Sovritendente dell' epoca Riciardi, con i quali chiedevo notizie del manufatto, finalmente poco tempo fa ne Ŕ stato posto uno nuovo di zecca, ma... assolutamente anonimo: sembra porprio un paracarro!!!E' mai possibile che al giorno d' oggi nessuno sia capace di ''copiare'' con un pantografo almeno l' effige della Santa? In uno studio che ho fatto nel 1980 riguardo gli antichi ''Bressagli'' Veneziani e dei ''Bombardieri'' per l' occasione dell' arrivo della ''Staffetta Garibaldi'', ho avuto l'occasione di fare diverse foto e del libretto stampato a quell'epoca alcune copie sono state date proprio alla Sovritendenza: possibile che, ripeto, nessuno sia capace di copiarlo?Era meglio se non mettevano niente.Allego la foto dell' Óbate che conservo nel mio archivio.Riguardo ai ''masegni'' di fondamenta della Misericordia, vi Ŕ da segnalare anche un altro fatto: quando hanno posto all'asciutto il rio, qualche anno fa, proprio in campo della Scuola era stato fissato il cassero per la chiusura.Ma la ditta che lo aveva posto aveva sbagliato di mettere la putrella di rinforzo: l'avevano messa rovescia! Perci˛ dopo poco tempo il cassero aveva ceduto, trascinando in acqua anche l'antico pilo con il monogramma della Scuola della Misericordia che sostiene l' inferriata della riva di destra, guardando la facciata della Scuola.Ne hanno posto un altro del tutto anonimo, a fare da pendant a quell'altro scomparso anni prima: ma almeno a quello Ŕ stato scolpito, seppure in chiave moderna, il monogramma, a quell'altro: niente.E poi, quello vecchio caduto in acqua, che fine ha fatto? L' ho chiesto in giro, ma nessuno ha saputo dirmi nulla.Sempre nella detta fondamenta, un tempo erano posti dei plinti in pietra d'Istria ai quali erano fissate le vecchie s-cione per l' attracco delle barche: spariti tutti! Non solo: se non vado a litigare di brutto con il capo-mastro, le dette s-cione - che erano state fissate alle rive in verticale in modo che le barche, urtandole, si rovinavano - sarebbero ancora cosý. Solo dopo il mio intervento sono state rimosse e messe in orizzontale! Non parliamo, poi, di come sono stati posati i masegni!!! Ma questo sarÓ il tema per una prossima lettera.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: elena pongiglione,designer in genova (pongi@elenapongiglione.it)



Inviato il 30-03-2006 08:35
Sito web: www.elenapongiglione.it
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017