Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1392 Commenti
1883746 Letture totali

Vita Civile ..:Torna indietro:..
I PROFESSIONISTI DELL`ELEMOSINA E LE ANIME ``BELLE`` -  
di ENZO PEDROCCO - inviato il 19/06/2004 (letto 1734 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
I PROFESSIONISTI DELL`ELEMOSINA E LE ANIME ``BELLE`` -  
L’accattonaggio,il semplice mendicare che si risolva in una semplice richiesta di aiuto,non è più considerato un’attività illecita da parte del nostro ordinamento giuridico,a meno che non vi siano coinvolti dei minori.Ma, anche escludendo tale coinvolgimento,esistono tuttavia casi particolari in cui l’accattonaggio può venire perseguito.Rientra tra questi casi,ad esempio,quella forma di accattonaggio,tra il molesto e l’invasivo, con cui debbono fare i conti ogni giorno di più,trattandosi di un fenomeno in costante aumento,soprattutto quelle città che sono mèta abituale di turisti,Venezia compresa,come testimoniano eloquentemente,del resto,talune accorate lettere in proposito apparse recentemente sulla stampa locale.Combattere e contrastare con efficacia un siffatto tipo di accattonaggio,come molti si augurerebbero,presenta però non poche difficoltà a causa della mancanza nel nostro Paese di un ''idem sentire'' nei suoi confronti,basato su valori comuni e condivisi.Ancorchè,per ipotesi,riuscissimo a stabilire con certezza che,anzichè con dei bisognosi autentici,abbiamo a che fare con dei furbastri della più bell’acqua,sia pure con menomazioni più o meno gravi e più o meno vere, che non si sono peritati di fare, della simulazione del bisogno e della malattia, una professione vera e propria,sono certo infatti che non tutti sarebbero favorevoli a che le forze dell’ordine intervenissero coercitivamente come,in qualsivoglia altro Paese civile,non si esiterebbe minimamente a fare.Tanto per cominciare,ponendo che un giorno,nonostante le remore di taluni,l’intervento coercitivo delle forze dell’ordine potesse aver luogo,le solite “anime belle” della nostra Cultura non esiterebbero a insorgere,affliggendoci attraverso i media con le loro tesi pietistiche o giustificazioniste,peraltro condivisibili,ma lontane le classiche mille miglia dal giudizio comune e realistico che la gente in genere è solita dare di un fenomeno quale l’accattonaggio,in specie se molesto e invasivo come quello a cui assistiamo in questi giorni a Venezia.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017