Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by martino nazario specchiulli
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by elisabetta ottolenghi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Umberto Sartori
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by catelli francesco
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by ruggero
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by ROBERTO

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1386 Commenti
1946387 Letture totali

Vita Civile ..:Torna indietro:..
LE AIUOLE ``ORFANE`` DELLA BAIA -  
di ENZO PEDROCCO - inviato il 11/05/2005 (letto 2544 volte - 1 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
LE AIUOLE ``ORFANE`` DELLA BAIA -  
LE AIUOLE “ORFANE”DI SACCA SAN GIROLAMOPer gli abitanti delle località più periferiche e,non di rado,dimenticate di Venezia quali San Giobbe,Sacca S.Girolamo,Sant’Alvise,etc. vige necessariamente talvolta,di fronte a taluni problemi,la filosofia dell’aiutati che il ciel t’aiuta.La particolare condizione che i residenti di tali località si trovano a vivere,rispetto ad altre località più fortunate e privilegiate,impone loro infatti che, ogniqualvolta si profili un problema e chi di competenza tardi a intervenire o,come spesso accade, non intervenga affatto,sia d’uopo rimboccarsi le maniche e tentare di risolvere il problema da sé,anziché stare con le mani in mano ad attendere,per così dire, la manna dal cielo.Si deve in parte a un siffatto atteggiamento se la “vivibilità” di tali luoghi non si è deteriorata negli anni,come sarebbe facilmente potuto accadere,alla stregua di tante famigerate periferie della nostra Penisola.Un esempio piuttosto eloquente in proposito – che,si badi bene,non è che uno tra i molti esempi che potrei citare - può essere rappresentato dalle aiuole di Sacca San Girolamo - meglio conosciuta come “Baia del re” - affatto neglette da chi,a rigore,dovrebbe accudire a esse. Ebbene,nonostante ciò,grazie alle cure prodigate ad esse da alcuni volonterosi anziani del posto non solo ne è stato combattuto il degrado a cui sarebbero state inevitabilmente condannate ma,quel che più conta,si deve alla loro puntuale fioritura stagionale se l’ambiente urbano in cui sono collocate presenta in genere un aspetto particolarmente gradevole e qualitativamente migliore,senz’altro preferibile a quello,desolato e triste, di un tempo. ENZO PEDROCCO

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: francesca (francy@hotmail.it)



Inviato il 13-09-2007 10:57
Sito web: www.francy.it
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2018