Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by martino nazario specchiulli
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by elisabetta ottolenghi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Umberto Sartori
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by catelli francesco
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by ruggero
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by ROBERTO

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1386 Commenti
1947112 Letture totali

Vita Civile ..:Torna indietro:..
CARO-VITA
di ENZO PEDROCCO - inviato il 12/02/2006 (letto 2544 volte - 9 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
CARO-VITA
IL “CARO-FRITELLA”

Alle innumerevoli assurdità - per non dire angherie - a cui taluni disinvolti commercianti di pochi scrupoli ci hanno quotidianamente costretti a sottostare dacchè nel nostro Paese l’euro ha preso il posto della lira, in questi giorni di vigilia del Carnevale se n’è aggiunta un’ennesima, rappresentata da quella che molti non hanno esitato a definire il "caro-fritoa" e che, personalmente, reputo oltremodo eloquente al riguardo dell’esosità ormai diffusa, ahinoi, un po’ in tutti i settori merceologici, compreso ovviamente quello, nella fattispecie, della pasticceria.

E’ mai possibile, infatti, chiedere un euro e venti centesimi – cioè, all’incirca, ben duemilaquattrocento delle vecchie lire - per una semplice fritella? Prima dell’introduzione dell’euro, come si ricorderà, questa non costava che poche centinaia di lire: qualche pasticciere vorrebbe gentilmente spiegarmi che cosa sia mai accaduto di tanto sconvolgente nel loro settore in questo frattempo, che io mi sono perduto, da giustificare e rendere legittimo un aumento di prezzo così considerevole per un prodotto fatto, in fondo, semplicemente di acqua e farina, con un po’ di zucchero e uvetta?

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: Gradisca

fare 100 frittelle vuol dire fare 100 euri buoni. tra tutte le paste, le frittele, sono quelle che hanno meno costi di amteria prima. che si vergognino...

Inviato il 12-02-2006 14:03
Inviato da: elbaso



Inviato il 12-02-2006 15:39
Inviato da: Napol84 (maryja@email.it)



Inviato il 05-03-2006 17:16
Inviato da: Robertpessimo



Inviato il 06-03-2006 09:04
Inviato da: Napol84 (maryja@email.it)



Inviato il 06-03-2006 22:06
Inviato da: Robertpessimo (robertpessimo@hotmail.com)



Inviato il 07-03-2006 09:09
Inviato da: Napol84 (maryja@email.it)



Inviato il 08-03-2006 21:33
Inviato da: Robertpessimo (robertpessimo@hotmail.com)



Inviato il 09-03-2006 17:08
Inviato da: Robertpessimo



Inviato il 09-03-2006 17:10
Sito web: robertpessimo@hotmail.com
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2018