Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1392 Commenti
1883308 Letture totali

Cose e Chiose ..:Torna indietro:..
AMBIENTE
di ENZO PEDROCCO - inviato il 19/03/2006 (letto 2232 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
AMBIENTE
BASTA CON I TABELLONI ELETTORALI !


Si contano a decine, se non a centinaia, i luoghi caratteristici veneziani brutalmente “deturpati” da obsoleti, dozzinali e indecorosi tabelloni elettorali destinati a ospitare la propaganda dei diversi partiti politici in lizza nelle imminenti elezioni. Era proprio il caso di fare letteralmente strame di una città qual è Venezia, delicata e vulnerabile quant’altre mai, per assolvere un compito che, nell’era della comunicazione multimediale, poteva senz’altro venire assolto in un’infinità di altri modi; ovvero, quantomeno, in un modo meno invasivo ed esteticamente più consono al carattere monumentale e artistico della città?

A differenza di altri enti veneziani che nel corso degli anni, grazie all’apporto dei loro designers, hanno fatto registrare un sicuro miglioramento nella conciliabilità con l’ambiente dei manufatti destinati a ospitare la pubblicità delle proprie manifestazioni, il Comune, perlomeno per quanto attiene la propaganda elettorale, è inverosimilmente fermo a dei manufatti affatto obsoleti, risalenti addirittura, come concezione, all’immediato dopoguerra. Quando, per intenderci, nell’assenza più totale di una men che minima cultura dell’ambiente, a taluni scriteriati fu possibile perpetrare impunemente gli scempi del Bauer e del Danielino, che oggigiorno non sarebbero più possibili.

Non sarebbe ora e tempo, perciò, di cambiare definitivamente strada, una buona volta, e di studiare in proposito qualcosa di nuovo, che dia la visibilità che i partiti richiedono ma che, nel contempo, sia anche maggiormente compatibile con il carattere monumentale e artistico di Venezia di quanto non lo siano gli attuali tabelloni?

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017