Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by martino nazario specchiulli
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by elisabetta ottolenghi
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Umberto Sartori
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by catelli francesco
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by ruggero
I MURALES DEL CAMPIELLO DEI SQUELINI - Pirro,chi era costui?, by ROBERTO

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1386 Commenti
1944952 Letture totali

Cose e Chiose ..:Torna indietro:..
AMBIENTE
di ENZO PEDROCCO - inviato il 19/03/2006 (letto 2300 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
AMBIENTE
BASTA CON I TABELLONI ELETTORALI !


Si contano a decine, se non a centinaia, i luoghi caratteristici veneziani brutalmente “deturpati” da obsoleti, dozzinali e indecorosi tabelloni elettorali destinati a ospitare la propaganda dei diversi partiti politici in lizza nelle imminenti elezioni. Era proprio il caso di fare letteralmente strame di una città qual è Venezia, delicata e vulnerabile quant’altre mai, per assolvere un compito che, nell’era della comunicazione multimediale, poteva senz’altro venire assolto in un’infinità di altri modi; ovvero, quantomeno, in un modo meno invasivo ed esteticamente più consono al carattere monumentale e artistico della città?

A differenza di altri enti veneziani che nel corso degli anni, grazie all’apporto dei loro designers, hanno fatto registrare un sicuro miglioramento nella conciliabilità con l’ambiente dei manufatti destinati a ospitare la pubblicità delle proprie manifestazioni, il Comune, perlomeno per quanto attiene la propaganda elettorale, è inverosimilmente fermo a dei manufatti affatto obsoleti, risalenti addirittura, come concezione, all’immediato dopoguerra. Quando, per intenderci, nell’assenza più totale di una men che minima cultura dell’ambiente, a taluni scriteriati fu possibile perpetrare impunemente gli scempi del Bauer e del Danielino, che oggigiorno non sarebbero più possibili.

Non sarebbe ora e tempo, perciò, di cambiare definitivamente strada, una buona volta, e di studiare in proposito qualcosa di nuovo, che dia la visibilità che i partiti richiedono ma che, nel contempo, sia anche maggiormente compatibile con il carattere monumentale e artistico di Venezia di quanto non lo siano gli attuali tabelloni?

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2018