Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG
La Tirata, by Umberto Sartori
La Tirata, by Marco Girardi

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1392 Commenti
1883331 Letture totali

Cose e Chiose ..:Torna indietro:..
CULTURE DIVERSE
di ENZO PEDROCCO - inviato il 19/07/2006 (letto 2278 volte - 1 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
CULTURE DIVERSE
TURISMO ARABO

Una turista araba con il volto interamente coperto da uno spesso velo: scelta o imposizione che sia – cosa assai difficile, del resto, da stabilire - è indubbio che rappresenterà comunque un problema di non facile soluzione per tutti coloro che, per un motivo o per l’altro – vuoi alla frontiera, vuoi alla reception di un hotel etc. - saranno tenuti a identificarla secondo le modalità in uso nel nostro Paese.

I diritti umani, i diritti delle donne, la lotta contro il burka, di cui, com'è noto, si fa un gran parlare, sono tutti propositi indubbiamente nobili ed encomiabili – non solo da una prospettiva occidentale - ma che sono ancora lungi dal sortire gli effetti sperati da coloro che vi sono impegnati.

Nei Paesi arabi in genere vige infatti ancora sovrana la legge coranica, che continua a mietere impietosamente le sue vittime, soprattutto tra le donne, imponendo loro una condizione di totale subalternità e sottomissione, radicata in tradizioni secolari affatto anacronistiche, specie in tempi di globalizzazione diffusa quali quelli che – volens nolens - un po’ in tutte le parti del mondo si stanno vivendo.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
Inviato da: Mau San



Inviato il 19-07-2006 07:39
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017