Visit venice through her best site | conosci venezia col suo sito più completo
Home
alberghi venezia mappa di venezia storia venezia observer
ristoranti strade negozi venezia cultura
bar & locali trasporti wallpapers & photos contatto mail
Venezia ObServer homepage
Aggiornamento
Pietre di Venezia
Cultura e Arte
Vita Civile
Mare e Laguna
Storia e Aneddotica
Varie
Cose e Chiose
Reportage
Forum
Difesa di Venezia
Mappe di Venezia

Archivio&Ricerca
Inserisci nuovo

Ultimi Commenti
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by michelle gersten
LA BAIA DEL RE, by Simone
Storia di S.Giorgio Maggiore - Ecco spiegato perchè l`Istituto Cini non può andarsene, by Lucio
VANDALISMO, by Curtisdub
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
San Giorgio in Alega, by jacques TURCHET
L'assessore al decoro con delega al Turismo ed il ponte dell'Accademia., by nane
Venezia Malvagia ? - Wicked Venice, by Umberto Sartori
La Tirata, by MG

Venezia ObServer Numbers
7 Sezioni
659 Articoli
1394 Commenti
1904555 Letture totali

Cultura e Arte ..:Torna indietro:..
I Fiori di Ugo Sissa -  
di Laura Hierce - inviato il 28/05/2003 (letto 2190 volte - 0 commenti)

Versione stampabile Versione stampabile
 
I Fiori di Ugo Sissa -  
Dopo la retrospettiva dell’opera pittorica di Ugo Sissaalla Querini Stampalia, dopo la mostra alla GalleriaImmagina in campo Santa Margherita di alcune dellefotografie che scattò in Irak durante i suoi viaggi inMedio Oriente, finalmente Venezia ci offre una mostraunica nel suo genere: i Fiori di Ugo Sissa, a Ca’Zenobio, dal 6 al 25 giugno con inaugurazione il 6alle 18.30. Ugo Sissa, mantovano, e innamorato di Venezia dovestudiò e passò gli ultimi anni della sua vita,parallelamente alla sua professione di architetto si dedicòsempre a molte altre passioni lungo il suo, ahimè, cortoiter artistico: la fotografia, l’archeologia, e soprattuttola pittura. Quest’ultima, dopo la sua esperienza in MedioOriente dove era andato come capo architetto, ebbeaddirittura il sopravvento su quella dell’architettura.Di fatti dall’inizio dei anni ´60 si mise a dipingere senza tregua.Questa mostra ci presenta in anteprima una ventina di dipinti a tempera eseguiti tra il 1963 ed il 1965 sul tema dei Fiori. Tema che nasce da una lunga ricerca di stilizzazione, di essenzialità nella forma e nel colore, indubbia conseguenza di questa immersione orientale da cui era appena tornato. Fu il risultato di una profonda riflessione ed esperienza in un mondo che l’affascinava, e l’inizio di un lungo percorso che seguirà fino alla fine quando la morte in un incidente di macchina lo colpì all’improvviso nel 1980. Tempere che sono l’input per tanti oli dello stesso periodo e degli anni successivi, ma che hanno il fascino dell’opera di per sé: non sono studi preparatori, bensì quadri che, a prescindere della tecnica scelta, rendono subito il concetto che le ha create. Anzi, a volte, proprio la scelta della tempera su carta sembra voluta per mettere ancora di più in valore l’aspetto aereo del fiore: immortalare senza appesantire il contenuto, ed esaltare sempre la forza del colore. Queste opere, mai esposte prima d’ora, sono delle urgenze espressive che rispecchiano con una leggerezza simbolica e sintetica la profondità del suo mondo interiore. Inoltre questa mostra è interamente corredata dal catalogo dell’opera pittorica completa di Ugo Sissa, Ombre nel Labirinto, edito dalle Grafiche Vianello in occasione della mostra della Querini Stampalia che chiude in questi giorni.

Versione stampabile Versione stampabile
 
Commenti a questo articolo
Inserire nella casella di testo
i 5 caratteri mostrati nell'immagine
Nome
Email
Sito
Commento
 
 


© veniceXplorer.net, 2001 - 2017